in

Aveyron: licenziato dal cda l’amministratore delegato della società SNAM a Viviez, Eric Nottez

il necessario
Dal 2007 amministratore delegato della società SNAM di Viviez, specializzata nel riciclaggio di batterie, Eric Nottez è stato licenziato lunedì 2 maggio dal suo incarico. Pertanto, nel bacino del Decazevillois, sono emerse preoccupazioni circa la continuazione del progetto Phénix, che prevede quasi 600 assunzioni in un periodo da 5 a 6 anni.

È una vera e propria esplosione nel mondo economico del Bacino e dell’Aveyronnais: lunedì 2 maggio, Éric Nottez è stato votato out durante il consiglio di amministrazione della società SNAM de Viviez, che lo ha licenziato con effetto immediato dalla carica di amministratore delegato da lui si tiene dal 2007.
Durante il processo, Eric Nottez si è dimesso da presidente della West Aveyron Enterprises Association, che riunisce i leader aziendali.
“Non sarò licenziato per aver commesso un errore o per aver abusato dei miei poteri o per aver servito la bestia; ma perché non siamo d’accordo tra me e gli azionisti sulla continuazione dei progetti. Ci sono sempre aspetti discutibili dell’allocazione dei costi, ma ci sono aspetti che mi sono rifiutato di negoziare, come il fatto che stavamo chiudendo il progetto Phoenix perché non sarebbe stato redditizio abbastanza presto. Se abbiamo tutti gli elementi favorevoli, mi rifiuto di mettere in discussione l’essenza del progetto. Mi sono ritirato per incomprensione, incapacità di conciliare i punti di vista e rifiuto di obbedire. Sorgono domande sulla realizzazione del progetto Phoenix con tutto ciò che è stato pianificato; ci sono domande sulla redditività immediata”, ha affermato Eric Nottez, che siamo stati in grado di contattare.

Problemi

In attesa della nomina del successore alla presidenza di SNAM, è stato nominato un direttore generale tedesco: Cornélius Fink, che abbiamo cercato di contattare ieri senza successo.
Perché ora ci sono preoccupazioni sulla strategia di SNAM, soprattutto per quanto riguarda il progetto Phénix (riciclaggio batterie) che prevedeva l’assunzione di 600 persone nei prossimi 5-6 anni. Il fatturato è attualmente di 600.000 euro per un organico di 25 persone; Altre 12 persone vengono reclutate dopo la formazione (leggi sotto).
“Le vendite di Phoenix dovrebbero raddoppiare ogni anno; da 600.000 euro a 1,2 milioni di euro e poi 2,5 milioni di euro”, sottolinea Eric Nottez.
Il progetto Phoenix continuerà e fino a che punto? Sul territorio del Bacino o in altra località? Il piano di assunzione e le partnership con Pôle emploi e AFPA saranno riesaminati? Mantenere il centro di formazione? Il piano di investimenti (quasi 15 milioni già investiti in SNAM e Phénix; e altri 15 in programma) proseguirà? Tante domande che sorgono.

reazioni

François Marty (Sindaco di Decazeville, Presidente della Comunità di Decazeville): “Sono sbalordito dalla partenza di Eric Nottez, uno straordinario capitano d’industria. Ha portato tutte le aspettative di sviluppo sia di SNAM che del progetto Phénix.
Jean-Louis Denoit (Sindaco di Viviez): “E’ stato con grande sorpresa che abbiamo appreso le dimissioni di Eric Nottez, che da 15 anni accompagna SNAM a distanza con interessanti progetti di sviluppo per il territorio.
È sorpresa e incomprensione. Tuttavia, questo ritiro non significa che il progetto Phoenix sia stato interrotto.

Christian Tieulié (assessore dipartimentale di Lot e Dourdou): “La mia preoccupazione dopo queste dimissioni del direttore generale di SNAM è che la strategia del suo azionista Floridienne non sia in linea con il progetto di creazione e sviluppo del sito promosso da Eric Nottez. Viviez Decazville. I prossimi giorni ci porteranno sicuramente la risposta”.

Groupe SNAM nel 2021: 175 persone, 31,7 milioni di euro di fatturato (+42%) e ancora medaglia d’ARGENTO

Venerdì scorso, il gruppo SAM ha annunciato i suoi dati chiave per il 2021: “Nel 2021 il Gruppo ha visto il suo fatturato globale crescere fortemente (+42%), a 31,7 milioni di euro. Tutte le entità che lo compongono sono redditizie e vedono progredire la loro attività. In campo ambientale, il Gruppo ha ottenuto per il secondo anno consecutivo la medaglia d’ARGENTO nel programma Ecovadis CSR (Corporate Social Responsibility) e ha visto rinnovata la certificazione ISO14001. La performance degli scarichi (aria/acqua) da depurazione è ulteriormente migliorata per tonnellata di rifiuti trattati nel 2021, il livello europeo meglio controllato. Grazie ai dipendenti, alle loro competenze e alla loro disciplina, le prestazioni in materia di salute e protezione dei lavoratori superano il miglior livello delle industrie francesi, comprese tutte le categorie. Il Gruppo ha aperto il proprio capitale a nuovi investitori; i nuovi entranti tedeschi hanno investito 10 milioni di euro. Tale importo può essere aumentato a 14 milioni di euro sulla base di un valore anticipato di 40 milioni di euro. SNAM Groupe ha così sviluppato fortemente il proprio radicamento territoriale e il suo coinvolgimento concreto nei territori che lo ospitano attraverso molteplici partnership. Numerose sono state anche le assunzioni (ingegneri, tecnici e operatori), portando l’attuale organico a 175 dipendenti”, sottolinea il gruppo SNAM.

Phénix: 12 persone assunte dopo la formazione presso l’AFPA

Durante la formazione presso l'AFPA di Rodez sul riciclaggio delle batterie.

Durante la formazione presso l’AFPA di Rodez sul riciclaggio delle batterie.
AFPA – DOTT

13 stagisti al via, un solo drop out. Dei 12 tirocinanti rimasti, il 100% era stato recentemente assunto al termine del percorso formativo, di cui quattro donne nel settore Phénix del gruppo SNAM.
“Grazie alla collaborazione di tutti gli attori del territorio, sono stati attivati ​​i corsi Manutenzione Batterie Elettromeccaniche, Opzione Riciclaggio e Remanufacturing Battery Accumulator e Agente Riciclo.
La società Phénix che si occupa del reclutamento, il Consiglio regionale che ha finanziato la formazione e la retribuzione dei tirocinanti, Pôle-Emploi che ha gestito il reclutamento insieme all’Afpa, in particolare con il metodo MRS e il DEETS 12”, afferma Serge Dreyer , responsabile dell’AFPA a Rodez. Serge Dreyer ricorda che l’AFPA di Rodez forma le persone in cerca di lavoro soddisfacendo le esigenze delle aziende, soprattutto nei settori del riciclaggio e dell’eco-mobilità.
“Una prossima sessione è prevista per il 27 giugno. Il reclutamento è in corso. Nessun requisito specifico, ma competenze valutate da MRS, un metodo di reclutamento simulato sviluppato da Pôle emploi. Questo metodo consiste nell’affrontare il reclutamento in modo diverso concentrandosi
unicamente sulle competenze dei candidati, senza effettuare una preselezione basata sulle competenze derivanti da esperienze o diplomi”, precisa Serge Dreyer.

La crisi sanitaria ha avuto scarso impatto sul patrimonio dei francesi

Pochi cambiamenti in vista in Europa in attesa della Fed – 05/04/2022 at 08:02