in

Bernard Arnault si astiene dal parlare pubblicamente per il secondo turno

Bernard Arnault, CEO di LVMH, all'assemblea generale degli azionisti giovedì 21 aprile.

“Ho un parere preciso, puoi immaginarlo”Bernard Arnault ha dichiarato al termine dell’assemblea generale degli azionisti del gruppo Lvmh, giovedì 21 aprile, che ha posticipato il limite di età per esercitare la carica di direttore generale a 80 anni invece di 75 anni.

Interrogato dalla stampa sul suo “preoccuparsi” Quanto al voto per le elezioni presidenziali di domenica 24 aprile, in cui Marine Le Pen, rappresentante del Raduno Nazionale, ha affrontato il Presidente della Repubblica, Emmanuel Macron, l’amministratore delegato fondatore del gruppo del lusso è stato il primo a rispondere: “Preferirei non esprimermi. † È chiaro che la volontà di sostenere il presidente uscente della repubblica è da settimane attanagliata dal leader 73enne. Ma si dice che i suoi parenti lo abbiano sconsigliato, temendo che si sarebbe ritorto contro.

Nel 2017, il signor Arnault si è sentito più libero. A due giorni dal secondo turno delle presidenziali in cui Emmanuel Macron si è opposto a Marine Le Pen, è sulle colonne del quotidiano gli echi che aveva spiegato la sua scelta. «Dei due rami dell’alternativa elettorale che si presenterà ai francesi il 7 maggio, uno è un ramo morto. È quella della reclusione, della paura, dell’amarezza.ha poi scritto in una colonna intitolata: “Perché voto per Emmanuel Macron” pubblicato il 5 maggio sul giornale di cui è proprietario dal 2007. Ma le elezioni del 2022 non assomigliano a quelle del 2017.

Come molti capi francesi, Il signor Arnault sa quanto il signor Macron lotti con la sua immagine di “presidente dei ricchi”† Di conseguenza, il miliardario che era andato in esilio negli Stati Uniti il ​​giorno dopo le elezioni presidenziali di François Mitterrand, il primo presidente della Repubblica francese eletto sotto l’etichetta del Partito socialista il 10 maggio 1981, divenne più discreto. Quest’anno non prenderà in mano la penna.

“Europeo” e “per l’Europa”

Tuttavia, alla stampa ricorda quanto è “Europeo” e “per l’Europa”† Il CEO si oppone anche agli azionisti di LVMH: “l’impatto straordinario” del suo gruppo “sull’economia francese, il tenore di vita, la bilancia commerciale e le finanze pubbliche”† A tal fine, il gruppo LVMH si è rivolto all’azienda Asterès, fondata dall’economista liberale Nicolas Bouzou, per fornire i suoi “impronta economica”† Poco prima che il gruppo mettesse al voto degli azionisti una ventina di risoluzioni, il gruppo ha quindi trasmesso un breve video di Bouzou che espone le cifre chiave del gruppo a 64 miliardi di euro. E il suo dipartimento di comunicazione si è quindi affrettato a inviare questo breve studio alla stampa.

Hai ancora il 22,22% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

“Senza di me avrebbe venduto 12 dischi”: Louis Bertignac ha guadagnato molti soldi dalla sua collaborazione e dalla sua relazione con Carla Bruni

MotoGP Portogallo: Saranno in 25 al via come a Jerez a meno che…