in

Bitcoin scenderà a $ 20.000?

Bitcoin ha raggiunto il livello più basso dalla scorsa estate e il prezzo potrebbe scendere ulteriormente.

Il mercato delle criptovalute è sotto pressione. Bitcoin ha oscillato intorno ai $ 40.000 per diversi mesi, anche se ha anche visto forti oscillazioni di prezzo su e giù, con un picco di $ 69.000 lo scorso novembre. Oggi, la criptovaluta ha raggiunto il livello più basso da luglio 2021, raggiungendo circa $ 32.000 lunedì intorno alle 15:00. Come spiegare una tale caduta?

Per capire cosa sta succedendo adesso, bisogna risalire all’inizio della guerra in Ucraina il 24 febbraio, bitcoin aveva retto abbastanza bene nonostante il suo alto rischio, rendendolo quasi un “miracolo” per l’analista tecnico dei mercati finanziari Vincent Ganne . Questo scenario è stato solo di breve durata, con bitcoin che non è riuscito a diventare un porto sicuro e alla fine si è allineato con il mercato azionario.

Perché negli ultimi mesi abbiamo assistito a una correlazione sempre più forte tra bitcoin e il Nasdaq. Sebbene il mercato delle criptovalute (bitcoin e altre criptovalute combinate) sia molto più piccolo – con una capitalizzazione attuale di $ 1,5 trilioni – rispetto al Nasdaq, un calo dell’indice tecnologico statunitense è più pronunciato in questo mercato. Paradossalmente, se la correlazione tra bitcoin e Nasdaq non è stata osservata nei primi giorni della guerra in Ucraina (a 0,20, vedi grafico sotto), è ripresa ad intensità dai primi di marzo.

“Ciò è avvenuto in modo molto graduale: c’è un ritiro dal mercato delle criptovalute, il volume delle transazioni è molto basso, ci sono incertezze sulla regolamentazione politica in Europa e abbiamo a che fare con la liquidità del capitale che lascia asset class rischiose”, sottolinea Vincent Ganne.

Il coefficiente di correlazione lineare tra bitcoin e Nasdaq rimane forte oggi, attestandosi a 0,77. In altre parole, quando i mercati azionari salgono, il prezzo del bitcoin tende a salire. Al contrario, quando si immergono, la criptovaluta viene svitata. Anche il bitcoin è in calo del 31% dall’inizio dell’anno. Si tratta di un calo abbastanza vicino a quello del Nasdaq (circa -24%).

Correlazione tra Bitcoin e Nasdaq al 9 maggio 2022, TradingView.com
Correlazione tra Bitcoin e Nasdaq al 9 maggio 2022, TradingView.com © TradingView

Va detto che il contesto è particolarmente cupo. Rallentamento economico globale, inflazione che è fuori controllo in molti paesi, rialzo dei tassi di interesse, rapido inasprimento della politica monetaria negli Stati Uniti o persino difficoltà della Cina a far fronte alle ondate di Covid… Una combinazione di elementi che ha causato il crollo dei mercati azionari, portando ad altri asset rischiosi, incluso bitcoin. La star delle criptovalute non vedeva un calo del genere da quest’estate, quando lo stato cinese ha deciso di chiudere le fattorie minerarie nel paese.

Un effetto “coltello che cade”.

Secondo Vincent Ganne, è possibile per il mercato delle criptovalute sperimentare uno scenario di impatto “coltello che cade”, seguendo l’adagio del mercato azionario secondo cui “non puoi prendere un coltello che cade”. In altre parole, si consiglia agli investitori di attendere per assicurarsi che il declino sia terminato prima di riposizionarsi su un asset.

“Nonostante la guerra, non l’abbiamo sperimentato, ma se la zona $ 30.000/$ 33.000 per bitcoin viene rotta, entreremo in questo “effetto coltello in caduta” verso $ 20.000. Questo è il prezzo per gli acquisti a lungo termine che il 90% dei trader si aspetta: il che significa che in caso di guasto non credo che andremo sotto i 20.000″, spiega Vincent Ganne.

Prezzi delle principali criptovalute negli ultimi 3 mesi, analisi di Vincent Ganne su TradingView.com.
Prezzi delle principali criptovalute negli ultimi 3 mesi, analisi di Vincent Ganne su TradingView.com. © TradingView.com

Se ci concentriamo sulle 20 maggiori criptovalute per capitalizzazione secondo il sito di Coinmarketcapovvero con un valore cumulato di oltre 7 miliardi di dollari, notiamo che sono tutti caduti negli ultimi 3 mesi, come bitcoin (-25,70%) o anche ether (-24,06%). L’unica eccezione: la criptovaluta luna è aumentata del 4,46% negli ultimi tre mesi, anche se la criptovaluta ha avuto una tendenza al ribasso per un mese. Il trend è lo stesso negli ultimi 7 giorni, le 20 criptovalute maggiori sono in calo ad eccezione della criptovaluta tron ​​(+12%).

L’hypercar francese Delage D12 sta finalmente guidando

Sony, Nintendo: vendite in lattina con piombo in ala?