in

CAC40: su pendio sbagliato, convalidata pausa di appoggio – 05/09/2022 alle 17:02

(CercleFinance.com) – La borsa di Parigi è al suo quarto giorno consecutivo di calo, con il CAC che scende di oltre il 2%, spingendo il CAC40 a 6.150 (6.120 al minimo, con solo 1,5 miliardi di euro scambiati in 6 ore) , anche l’Euro-Stoxx50 segna il -2% a quota 3.550.

Prosegue anche il calo dei mercati obbligazionari, alimentato dall’inasprimento della politica monetaria da parte delle principali banche centrali.

Il rendimento dei Treasury USA a 10 anni, la cui impennata dall’inizio dell’anno ha contribuito alla correzione del mercato azionario, questa mattina è salito al 3,20% (prima di oscillare leggermente al 3,155%), un picco di oltre 10 anni.

Il rialzo dei tassi di interesse a lungo termine sta ravvivando i timori di un aumento dei costi di finanziamento delle imprese e quindi di un rallentamento della crescita economica.

Questa paura della crescita ha indebolito il già febbrile sentimento del mercato, soprattutto dopo che Xi Jinping ha riaffermato il suo impegno per la sua politica di “zero Covid in Cina”, spiega qualcuno di Liberum.

Nonostante le statistiche sull’occupazione negli Stati Uniti migliori del previsto, Wall Street ha chiuso la sessione di venerdì in rosso, con l’S&P 500 che ha registrato una quinta settimana consecutiva di ribassi.

Lunedì gli indici statunitensi hanno iniziato la settimana in forte ribasso, con i crolli del Nasdaq (-3%) e dell’S&P 500 (-2,5%).

Per quanto riguarda le società, la stagione degli utili sta volgendo al termine poiché il 90% delle società statunitensi quotate in borsa e il 75% delle loro controparti europee hanno rilasciato i propri guadagni trimestrali.

Dal punto di vista statistico, le scorte all’ingrosso sono aumentate del 2,3% consecutivamente negli Stati Uniti a marzo, secondo il Dipartimento del Commercio, dopo essere aumentate del 2,8% il mese precedente (dato rivisto da una stima iniziale che era del +2,5%).

Le vendite all’ingrosso sono aumentate dell’1,7% a marzo. Al ritmo attuale di vendita, i grossisti statunitensi impiegano 1,22 mesi per svuotare le scorte, in calo rispetto all’1,23 di marzo.

Gli investitori vorranno prestare attenzione al rilascio dell’indice del sentimento economico ZEW in Germania domani e poi dell’indice dei prezzi al consumo (CPI) in Germania previsto per mercoledì.

Il fine settimana, a sua volta, dovrebbe fornire alcuni preziosi indizi sull’evoluzione dell’inflazione su entrambe le sponde dell’Atlantico.

Il discorso di mercoledì della presidente della BCE Christine Lagarde a una conferenza a Lubiana potrebbe fornire maggiori informazioni sulla possibilità di un primo rialzo dei tassi a luglio da parte della Banca centrale europea.

Ha anche smentito le voci di un consenso all’interno della BCE a favore di un aumento dei salari per “accompagnare” l’inflazione (a scapito dell’aumento dei disavanzi e dell’aumento della competitività delle imprese).

Questa mattina, gli investitori hanno ascoltato le cifre della bilancia commerciale francese questa mattina. Ciò mostra un deficit di quasi $ 12,4 miliardi per marzo, rispetto a un deficit di quasi $ 10,4 miliardi un mese prima, secondo i dati CVS-CJO dell’amministrazione doganale.

Questo ulteriore peggioramento di mese in mese riflette una stagnazione (-0,1%) delle esportazioni francesi, a oltre 45,7 miliardi di euro, sebbene le importazioni siano aumentate del 3,5% a 58,1 miliardi di euro.

‘In dodici mesi mobili, il saldo dei beni estero sarà a un livello record di -100 miliardi di euro. La metà di ciò è dovuto all’aumento dei prezzi dell’energia, il cui saldo si sta nuovamente deteriorando’, sottolinea l’amministrazione.

A Parigi, il titolo Total Energies (-4%) ha subito il crollo del petrolio del -4,7% al di sotto di 108 USD, in mezzo a crescenti dubbi sulla crescita.

Nelle notizie delle aziende francesi, Delfingen Industry pubblica un fatturato di 102,2 milioni di euro per i primi tre mesi del 2022, in crescita dell’1,9% (+0,6% organicamente), con l’aumento del 3,5% nella divisione mobilità ha visto un 6,6% contrazione della divisione industriale.

Air Liquide ha annunciato lunedì che unirà le forze con il gruppo industriale belga Lhoist per lanciare un progetto senza precedenti per decarbonizzare la produzione di calce nel nord della Francia.

Elon Musk teme per la sua vita

Credito immobiliare: i tassi continuano a salire… e dovrebbero durare