in

Criptovalute: anatomia del massacro

Il valore di tutte le criptovalute è diminuito negli ultimi giorni. Una mossa che, per la sua grandezza, ricorda le ore più buie della storia del bitcoin, ma le cui specificità potrebbero renderlo un episodio particolarmente doloroso per l’economia.

Sono duecento miliardi di dollari andato in fumo in 24 ore, il sito CoinMarketCap ha calcolato giovedì 12 maggio, che traccia l’evoluzione delle criptovalute. Questi ultimi stanno attualmente attraversando una zona di fortissima turbolenza che registra perdite ripetute e che sembrano interminabili.

La loro regina, bitcoin, è passata da un valore di quasi $ 60.000 per bitcoin alla fine del 2021 a un valore di poco più di $ 30.000 venerdì 13 maggio. Idem per tutte queste valute dematerializzate la cui capitalizzazione totale è stata dimezzata nello stesso periodo.

Dai la colpa alla Fed

“Per chiunque sia in preda al panico, ecco un elenco di numeri di telefono per i servizi di supporto morale”, recita uno dei tanti sottoforum di criptovaluta sul popolare sito della community Reddit.

“C’è chiaramente una debacle in questo settore in questo momento”, riconosce Nathalie Janson, economista e specialista in criptovalute presso la Neoma Business School. Ma questa non è la prima volta che i prezzi sono scesi drasticamente prima di salire generalmente al settimo cielo del mercato azionario. Quindi, appena un anno fa, “Bitcoin aveva perso nello stesso periodo” 50% del suo valore dopo la decisione della Cina per limitare l’uso di questa valuta”, ricorda questo esperto.

Sottolinea che ciascuna di queste brutali correzioni dei prezzi aveva una “ragione logica per accadere”, che si trattasse di una decisione politica di Pechino o della ripercussione dell’eccessiva eccitazione degli investitori come durante il primo “inverno delle criptovalute”, nel 2017.

>> Leggi anche France 24: Tiger Global: le perdite record di una star finanziaria suonano come un allarme

La Descent to Hell del 2022 non fa eccezione a questa regola. Questa volta, la colpa sarebbe della Federal Reserve statunitense. In effetti, le criptovalute stanno reagendo proprio come il resto dei titoli tecnologici che hanno avuto un inizio anno disastroso a seguito della decisione di la Fed americana per aumentare i tassi di interesse

“Con l’aumento dei tassi di interesse, gli investimenti meno rischiosi che si basano su questi tassi, come le obbligazioni, producono di più, il che potrebbe portare gli investitori ad abbandonare gli investimenti più rischiosi come le criptovalute”, riassume Nathalie Janson.

Ma per molti versi, il grande tuffo del bitcoin è straordinario anche per i tradizionali effetti yo-yo della valuta. Primo, perché la Fed non ha ancora finito di aumentare i tassi di interesse. Continuerà a farlo finché lo riterrà necessario per combattere l’inflazione. A differenza delle crisi precedenti, questo non è un evento una tantum a cui gli investitori devono semplicemente adattarsi e quindi spingere il prezzo del bitcoin a nuovi massimi. La tendenza al ribasso potrebbe durare più a lungo questa volta e rivelarsi più profonda.

Terra, la stablecoin che destabilizza tutto

Inoltre, c’è una crisi nella crisi. Una parte importante dell’intero ecosistema inizia a non funzionare correttamente. “Le interruzioni della criptovaluta Terra hanno accelerato il calo dei prezzi”, afferma Nathalie Janson.

Di cosa si tratta ? Terra è ciò che noi chiama una stablecoin, ovvero una criptovaluta il cui prezzo, a differenza della stragrande maggioranza delle sue controparti, non oscilla (quasi). Infatti è uno dei più grandi, dopo Tether, che vale 80 miliardi di dollari. Queste stablecoin ottengono questo risultato essendo generalmente ancorate a una valuta “reale”, come il dollaro.

>> Leggi anche France 24: Criptovalute: “stablecoin”, una nuova sfida per la stabilità finanziaria globale?

Per Terra è un po’ diverso: non è legato a nessun’altra valuta ma è un algoritmo complesso che fa in modo che il suo tasso non si discosti da 1 terra = 1 dollaro…. in teoria.

In pratica, però, il prezzo di questa stablecoin è sceso a quasi 20 cent ad inizio settimana. Un evento senza precedenti legato a un mistero: “Le riserve di Terra sono aumentate da $ 14 miliardi a $ 9 miliardi venerdì 6 maggio, senza che nessuno sapesse davvero chi ha preso tutti questi soldi”, osserva Nathalie Janson.

Ma chiunque sia la colpa, gli investitori lo hanno visto come un segnale che qualcosa non andava nel regno di questa stablecoin. Hanno quindi iniziato anche a sbarazzarsi della loro Terra, il che ha accelerato la caduta di questa criptovaluta.

Abbiamo quindi iniziato con parlando del momento “Lehman Brother” delle stablecoin, riferendosi al crollo della banca Lehman Brother nel 2008 che ha portato a successivi fallimenti di altre istituzioni. Un fenomeno di contagio sembra essere iniziato anche nel mondo delle criptovalute, visto che giovedì 12 maggio anche Tether ha perso brevemente la parità con il dollaro.

La prima crisi dell’era della democratizzazione delle criptovalute

Il fallimento di queste stablecoin potrebbe essere fatale per l’ecosistema nel suo insieme. In effetti, gli scambi da una criptovaluta a una valuta come il dollaro o l’euro passano sempre prima attraverso una stablecoin. È un po’ un intermediario che rassicura tutti fornendo stabilità.

Se nessuno si fida di Terra, Tether e altri, semplicemente non ci saranno più scambi nel mercato delle criptovalute da 1300 miliardi di dollari che ha investito in fondi pensione, grandi banche e fanatici idealisti. Ironia della sorte, questo è uno dei rischi sistemici per l’industria posti dal Global Financial Stability Board in un rapporto pubblicato nel febbraio 2022.

Infine, questa crisi non ha precedenti in termini di entità delle perdite per i comuni mortali. Questo è il primo calo di prezzo nell’era della “democratizzazione delle criptovalute”, sottolinea Nathalie Janson. Due o tre anni fa, solo gli addetti ai lavori hanno investito in questo tipo di asset. Oggi, i forum di Reddit e la maggior parte degli articoli che discutono di questa primavera mortale per bitcoin sono pieni di testimonianze di individui che “hanno perso tutti i loro risparmi”.

Una triste realtà spiegata da la tempesta del mercato azionario dei piccoli investitori Domenica durante la pandemia. Spesso giovani e altamente connessi, si sono spesso rivolti a criptovalute che sembravano portare avanti progetti ambiziosi offrendo allo stesso tempo tassi di interesse molto interessanti.

“Ci sono alcuni studenti oggi che hanno investito in queste risorse per pagare parte dei loro studi”, afferma Nathalie Janson. Per loro, è un mondo intero che rischia di crollare con questa crisi.

Gli scienziati hanno coltivato piante sul suolo lunare

GTA 5 PS5: il tempo stringe per ripristinare Grand Theft Auto online!