in

dopo aver guidato il Ministero dei Trasporti, Jean-Baptiste Djebbari passerà alle auto a idrogeno

Il governo non si è ancora dimesso, ma Jean-Baptiste Djebbari si è già riqualificato. Il ministro dei Trasporti, dei lavori pubblici e della gestione delle risorse idriche entrerà a far parte del consiglio di amministrazione di Hopium, specializzata nella costruzione di auto a idrogeno di fascia alta, ha annunciato la società francese in un comunicato stampa lunedì 16 maggio.

“Sono onorato e orgoglioso di accogliere Jean-Baptiste Djebbari in questa meravigliosa avventura industriale francese”Il CEO Olivier Lombard ha risposto con il benvenuto “un grande passo nel nostro sviluppo”.Questa nomina deve ancora essere sottoposta all’approvazione alla prossima assemblea generale di Hopium il 20 giugno. “È la sua competenza e conoscenza del settore dell’energia e dei trasporti che ha giustificato questa scelta”l’azienda specifica inoltre a franceinfo.

Questo annuncio arriva mentre Jean-Baptiste Djebbari fa ancora parte del governo, poiché non si è ancora dimesso. Qualcosa a cui fare domande. Jean-Baptiste Djebbari ha confermato l’opportunità di entrare a far parte del Consiglio di Amministrazione dell’Alta Autorità per la Trasparenza della Vita Pubblica (HATVP)spiega l’azienda a franceinfo.

“L’Alta Autorità per la trasparenza della vita pubblica ha emesso parere favorevole che uscirà nei prossimi giorni. È normale che non abbia comunicato il proprio parere prima del nostro annuncio”.

L’azienda Hopium

a franceinfo

“L’HATVP ha deciso qualche settimana fa, il parere sarà reso pubblico nei prossimi giorni”, racconta a franceinfo anche il gabinetto di Jean-Baptiste Djebbari. Ma perché fare questo annuncio se il governo è ancora lì? “Il codice commerciale” [article R225-61-2] costringe le aziende a pubblicare un avviso 35 giorni prima dell’assemblea generale”l’entourage del ministro risponde.

“Stiamo parlando di un appuntamento proposto e non di un appuntamento che doveva aver luogo il 20 giugno”.

Ufficio di Jean-Baptiste Djebbari

a franceinfo

Fondata nel 2019 da un ex vincitore della 24 Ore di Le Mans, l’azienda Hopium è orgogliosa di riunire “un team di esperti all’avanguardia nell’innovazione nei settori delle celle a combustibile a idrogeno e dell’ingegneria automobilistica, oltre a partner leader” come Plastic Omnium, Saint-Gobain e Bridgestone. Quotata in borsa, nel 2020 ha lanciato la prima berlina a idrogeno francese.

Risparmia denaro: quest’anno arriverà una nuova console portatile che è due volte più potente del deck di Steam

Gli aumenti dei tassi statunitensi arrivano nel momento peggiore per Hong Kong