in

Dopo l’incidente mortale con il suo taxi Tesla, l’autista testimonia

VARIE – Ha mantenuto la sua versione per mesi. Dopo l’incidente mortale avvenuto nel 13° arrondissement di Parigi lo scorso dicembre, in cui: un taxi Tesla aveva investito diversi pedoni la morte di una persona e il ferimento di altre venti, il conducente del veicolo non sussultare: è stata la sua auto ad andare in panne ea causare la tragedia.

Questo uomo di 58 anni di Ris-Orangis a Essonne ripete questo lunedì 2 maggio a le colonne di parigino† Attualmente accusato di “omicidio colposo e lesioni involontarie”, lui e il suo avvocato si sono rivolti contro la casa automobilistica fondata da Elon Musksporgere denuncia contro Tu sei qui per “mettere in pericolo la vita degli altri”.

Sul quotidiano Ile-de-France, l’uomo e la sua famiglia raccontano una normale sera di dicembre, quando decidono di mangiare in un ristorante del 13° arrondissement di Parigi prima di tornare in periferia. È stato lì, a un semaforo sulla trafficata Avenue d’Ivry, che hanno affermato di aver sentito un rumore insolito al riavvio. “Come uno splash” o un “beep come quando ricevi un messaggio di testo”.

Un veicolo lanciato a più di 100 km/h in città

Il seguente? Un’auto che inizia ad accelerare da sola, racconta il tassista, che dice di aver tirato ‘con il piede’ sul freno senza che succedesse nulla. Impossibile anche abbassare il pedale: “Ci provo anche con entrambi i piedi. Ma non funziona”, dice, ancora al… parigino† In varie manovre, come mettere il proprio veicolo davanti ai prigionieri per attivare il suo sistema di frenata automatica, il guidatore fallisce sempre.

E la sua Tesla, lanciata a più di 100 mph, alla fine sarà incorporata in un altro veicolo. Questo viene spinto contro un ciclista di 19 anni, che muore nello scontro. Altre venti persone saranno state più o meno gravemente colpite dal tamponamento, compreso un giovane che sarà in coma per settimane.

Allo stato attuale, l’autista, con i suoi 30 anni di esperienza come taxi, continua a confermare che chiaramente non ha premuto il pedale sbagliato, ha provato a frenare e il veicolo non ha reagito. Sua nuora, che era a bordo al momento della tragedia, si chiede persino se l’auto possa essere stata violata da remoto, poiché la società Tesla afferma che la diagnostica non ha rivelato alcun malfunzionamento. Spetta alla perizia assegnata dai tribunali fare luce sulla realtà di questo tragico incidente.

Vedi anche su l’HuffPost A bordo di una Tesla, percorre più di 500 km senza toccare il volante

Video test – Skoda Karoq (2022): pratica e non falsa

Non scoprirti da un thread in aprile