in

fallimento di Amsterdam Trade Bank, filiale del colosso russo Alfa Bank

L’Amsterdam Trade Bank (ATB), una sussidiaria del colosso russo Alfa Bank che è stata oggetto di sanzioni in seguito all’invasione russa dell’Ucraina, è stata dichiarata fallita da un tribunale della capitale olandese venerdì dopo non essere stata in grado di effettuare pagamenti a causa delle sanzioni. Usa e Regno Unito contro Mosca.

Il tribunale di Amsterdam oggi (venerdì) ha dichiarato bancarotta Amsterdam Trade Bank NV di propria iniziativa Lo ha detto il tribunale in una breve dichiarazione.

ATB, da parte sua, afferma in un comunicato stampa di aver dichiarato fallimento. La banca affiliata alla Russia ha 23.000 titolari di conti privati, la maggior parte dei quali vive nei Paesi Bassi, e circa 6.000 clienti in Germania, secondo i dati della De Nederlandsche Bank. È attivo nei Paesi Bassi dal 1994 e, secondo a Rapporto 2020

Il pesante impatto delle sanzioni britanniche e statunitensi

Il 6 aprile Washington ha annunciato il massimo delle sanzioni contro le principali banche russe Sberbank e Alfa Bank congelando tutti i loro asset a contatto con il sistema finanziario statunitense. D’altra parte, ATB non è stata direttamente soggetta a sanzioni da parte dell’Unione Europea, ma Le sanzioni nel Regno Unito e negli Stati Uniti hanno causato problemi con il sistema di pagamento della banca , ha detto a Bloomberg un portavoce degli amministratori nominati dal tribunale. E per aggiungere questo, ecco perché” la banca non poteva più pagare

“Le sanzioni del Regno Unito e degli Stati Uniti hanno creato difficoltà operative poiché la maggior parte delle controparti di ATB, comprese le banche e i fornitori di infrastrutture associate, hanno difficoltà a continuare a supportare ATB”, ha affermato la banca in una nota. comunicato stampa pubblicato sul suo sito web.

Il principale quotidiano olandese Het Financieele Dagblad (HFD) ha anche riferito che un certo numero di banche nel paese stavano sospendendo le transazioni con ATB e che i depositanti non erano in grado di accedere ai loro soldi. Venerdì le banche olandesi ING e Rabobank hanno confermato a Bloomberg il blocco delle transazioni con ATB.

Le filiali europee della banca russa Sberbank sono in bancarotta, secondo la BCE a causa delle sanzioni occidentali contro la Russia

Trova investitori

Separatamente, HFD aveva riferito all’inizio di questa settimana sulla base di varie fonti ben note che la banca aveva contattato gli investitori con un’offerta pubblica di acquisto. Secondo i documenti depositati presso la Camera di commercio olandese, l’attuale beneficiario effettivo della banca è Mikhail Fridman, il miliardario russo-israeliano che sta sfidando le sanzioni occidentali impostegli dopo l’invasione russa dell’Ucraina. Il suo interesse in ATB sarebbe superiore al 25% ma non superiore al 50%.

L’Amsterdam Handelsbank aveva precedentemente affermato in una dichiarazione sul suo sito web che ” condannare[ait] fermamente l’invasione dell’Ucraina » e che « di una guerra che la Russia deve fermare

In qualità di banca regolamentata olandese (europea), agiamo indipendentemente da tutti i nostri azionisti, siamo gestiti separatamente e rispettiamo tutte le sanzioni contro la Russia ha scritto, specificando: non sono stati oggetto delle recenti sanzioni annunciate dall’Ue”.

Fino a 100.000 euro pagati ai correntisti ATB

Secondo il suo rapporto annuale 2020, da ultimo registrato presso la Camera di Commercio, ATB aveva un patrimonio di circa 1,2 miliardi di euro e un patrimonio netto di 174 milioni di euro. Quell’anno ha realizzato un profitto di 27 milioni di euro. La piccola banca era precedentemente nota per la finanza commerciale, ma negli ultimi anni aveva cercato di diventare un prestatore per le piccole e medie imprese.

La banca centrale ha già annunciato che pagherà ai titolari di conti ATB idonei un massimo di 100.000 euro a persona. È prevista una copertura aggiuntiva per le somme trattenute temporaneamente in relazione all’acquisto e alla vendita di alloggi privati ​​fino a un massimo di € 500.000.

L’importo garantito dal programma di garanzia dei depositi è di circa 700 milioni di euro, sempre secondo la banca centrale. Alla fine del 2021, il fondo di garanzia dei depositi olandese aveva un patrimonio di oltre 3 miliardi di euro.

Ucraina: escludere le banche russe da SWIFT, l’arma a doppio taglio dell’Occidente contro Putin

(con AFP e Reuters)