in

Gaz de Tendara: forte interesse da parte di investitori internazionali e banche marocchine

haHA

In un comunicato Pubblicato giovedì 14 aprile, Sound Energy, società britannica quotata alla Borsa di Londra, titolare della concessione del gas di Tendrara, nell’est del Regno, fornisce nuove informazioni sullo sviluppo della Fase 2 del giacimento TE-5 Horst nella concessione Tendara.

Ricorda che in conformità con l’accordo siglata tra Sound Energy e ONEE nel novembre 2021, questa fase consiste nella produzione, lavorazione e fornitura di gas dalla concessione di produzione di Tendrara al Maghreb-Europe Gas Pipeline (GME) per un volume contrattuale annuo fino a 350 milioni di metri cubi di gas naturale all’anno per un periodo di dieci anni.

In tal senso, l’Ufficio Nazionale degli Idrocarburi e delle Miniere (Onhym), proprietario e gestore del gasdotto Maghreb-Europe, ha autorizzato la collegamento della concessione di produzione di Tendara al GMEattraverso un nuovo gasdotto da realizzare oltre 120 km, aprendo così la strada alla “decisione finale di investimento” sullo sviluppo della Fase 2 della concessione manifatturiera di Tendara.

È proprio su questo aspetto finanziario che la società britannica assicura giovedì 14 aprile 2022 di aver potuto promuovere dialoghi “con una vasta gamma di partner finanziari”. Diverse offerte di banche e investitori sono allo studio da parte di Sound Energy, afferma.

Interessate anche le banche marocchine, come spiega Graham Lyon, presidente di Sound Energy: “A seguito della firma del contratto vincolante di vendita e acquisto di gas con ONEE nel novembre 2021, siamo stati in grado di anticipare in modo significativo le trattative di finanziamento, e io sono lieto che non solo abbiamo molto interesse da parte dei fornitori di servizi internazionali, ma anche da un certo numero di banche marocchine “

Per il boss della compagnia britannica, questo interesse delle istituzioni finanziarie marocchine sottolinea il potenziale e l'”importanza strategica” di questo progetto di sviluppo del gas per il Regno.

Oltre alle discussioni sui finanziamenti, Sound Energy afferma che sta continuando le sue attività di esplorazione nel Marocco orientale. La società afferma di aver identificato diverse opportunità di perforazione nell’area di licenza di Greater Tendrara.

Puntare sulle energie rinnovabili

Apprendiamo anche nel comunicato stampa che, oltre all’esplorazione del gas, Sound Energy sta ora monitorando anche le industrie sostenibili. La società ha istituito una filiale dedicata a questo scopo, Sound Energy Sustainables Limited (SESL), al fine di diversificare il proprio portafoglio di attività in Marocco.

Secondo la società britannica, SESL è già in trattative con alcune aziende agroindustriali marocchine, ubicate nei pressi dei permessi esplorativi di Sidi Moktar, per la fornitura di 4,3 MW di energia solare.

Dopo il completamento di uno studio di fattibilità, SESL prevede di continuare le discussioni con gli agricoltori per finalizzare uno o più contratti di fornitura di energia solare.

In seguito alla pubblicazione di questi annunci, le azioni Sound Energy sono aumentate del 21% alla Borsa di Londra giovedì 14 aprile 2022 alle 12:00.

La BCE in bilico tra inflazione e rischio di recessione

ATP Monte-Carlo – Stéfanos Tsitsipas fa bene contro Diego Schwatzman nonostante la grande sacca d’aria