in

Gruppo OCP: dividendo record di 8,1 miliardi di dirham da pagare all’azionista statale

ApeAPE

“Il 2021 sarà un anno di risultati record e traguardi significativi per OCP, caratterizzato da ottime performance nel quarto trimestre. Il graduale aumento dei prezzi durante tutto l’anno, combinato con la nostra capacità di soddisfare la domanda lungo tutta la catena del valore, ha comportato un aumento del 50% delle nostre vendite e un aumento del 94% dell’EBITDA, guidato da una produzione efficiente che l’impatto dell’aumento dei costi di importazione Questi commenti provengono da Mostafa Terrab, CEO del Gruppo OCP, citato in un comunicato stampa diffuso giovedì 24 marzo in occasione della pubblicazione dei risultati dell’intero anno 2021.

Risultati record conseguiti in un contesto speciale, caratterizzato da una dinamica dei prezzi positiva che è proseguita nel 2021, con i prezzi dei fertilizzanti fosfatici che hanno raggiunto il livello più alto da diversi anni, sostenuti principalmente dalla forte domanda unita a un’offerta limitata.

La domanda nella maggior parte delle regioni importatrici è stata trainata dall’aumento dei prezzi dei raccolti, che riflette la buona salute finanziaria degli agricoltori e i bassi livelli di inventario nei mercati chiave.

Grazie alla sua agilità commerciale, flessibilità industriale ed efficienza produttiva, che hanno più che compensato l’impatto dell’aumento dei costi di input, il Gruppo OCP ha risposto efficacemente ai cambiamenti della domanda. Ad esempio, OCP ha aumentato le sue vendite di prodotti speciali, raggiungendo il 34% delle esportazioni di fertilizzanti entro il 2021.

Il fatturato del gruppo OCP mostra un aumento significativo rispetto al 2020 a 84,3 miliardi di dirham. Tale andamento è dovuto principalmente alla continua domanda nelle principali regioni di importazione e all’aumento dei prezzi per tutte le categorie di prodotti (pietra, fertilizzante e acido).

L’ottimizzazione dell’andamento operativo del gruppo e l’aumento dei prezzi di vendita hanno in parte compensato l’aumento dei prezzi delle materie prime (ammoniaca e zolfo) e hanno determinato un aumento dell’EBITDA del 94% a fine 2021, con una forte crescita dell’EBITDA margin da 43%.

Il 23 giugno 2021 il Gruppo OCP ha emesso con successo un’obbligazione internazionale da 1,5 miliardi di dollari, operazione che ha comportato il rimborso parziale delle obbligazioni del 2014 e del 2015 rispettivamente per 517 milioni e 444 milioni di dollari.

Il Gruppo ha inoltre annunciato l’inizio del suo programma di espansione della capacità con l’obiettivo di portare tre milioni di tonnellate di capacità aggiuntiva entro il 2023 e prevede di continuare i suoi investimenti in programmi ambientali e sociali per mantenere la sua leadership e garantirne l’impatto. sicurezza.

Questa eccezionale performance ha spinto il Consiglio di Amministrazione del gruppo OCP, riunitosi il 15 marzo 2022, a proporre il pagamento di 8,1 miliardi di dir.di dividendi a favore dell’azionista statale. Un record senza precedenti.

Inoltre, quest’anno il Marocco sta affrontando una siccità di una gravità mai vista dagli anni ’80. Il gruppo OCP ha deciso di accelerare il suo programma “Acqua” schierando una serie di eccezionali per l’anno 2022.

Il gruppo utilizzerà nuove unità mobili di desalinizzazione per aumentare la propria capacità di soddisfare tutte le esigenze idriche dei siti di produzione di fertilizzanti a Jorf Lasfar e Safi.

A partire da quest’anno, il gruppo ha anche deciso di smettere di utilizzare le fonti naturali di acqua dolce nei suoi siti di produzione di fertilizzanti. Le assegnazioni di acqua rilasciate potrebbero essere reindirizzate per migliorare l’uso locale di acqua potabile nel bacino di Oum Rabii.

Ma oltre alle esigenze dei siti produttivi, le nuove soluzioni messe in campo dal Gruppo forniranno acqua potabile anche alle città di El Jadida e Safi.

TV OLED 4K: l’LG C1, questo grande classico, costa solo 849€

una petizione chiede la partenza dalla Svizzera di Alina Kabaeva, presunta compagna di Putin