in

i preordini per la Roadster sono aperti, puoi chiamare il tuo banchiere

Questa volta di sicuro (almeno se si sceglie di prendere in parola Elon Musk): la produzione del Tesla Roadster debutterà il prossimo anno presso la nuovissima Gigafactory di Austin. Il caso sembra essere piegato in modo tale che il produttore abbia deciso di aprire i preordini per la sua futura auto da corsa. L’unica preoccupazione, che sarà senza dubbio aneddotica per alcuni acquirenti, ma conta ancora: nessuno conosce il prezzo della Roadster.

Che sia in Francia, negli Stati Uniti o in Cina, il configuratore online del marchio ti consente di prenotare facilmente il tuo veicolo dietro pagamento di un deposito. In Francia, devi prima pagare un importo di 4.000 euro con carta di credito, prima di convalidare un secondo pagamento di 39.000 euro, tramite bonifico bancario, entro 10 giorni dalla prenotazione. Il processo è quasi identico dall’altra parte dell’Atlantico, gli importi cambiano leggermente (5000 poi 45000 dollari). In Cina, invece, Tesla chiede un pagamento una tantum di 332.000 yuan, ovvero poco più di 48.000 euro. In altre parole, l’acconto per una Roadster è pari al prezzo di a Modello 3una cannuccia insomma…

Prezzo Roadster = 44.000 euro + X

A cosa serve questo deposito? Innanzitutto, va notato che tale importo è completamente rimborsabile se l’acquirente cambia idea. Infatti ti permette comunque di posizionarti per ottenere uno dei primissimi modelli dalla fabbrica e, di conseguenza, di ridurre i tempi di attesa. Finora niente di originale, tranne che con la maggior parte dei produttori, quando i clienti effettuano questo primo pagamento, sanno esattamente cosa dovranno pagare al momento dell’acquisto. Sarà quindi una sorpresa per i futuri proprietari di Roadster.

Guarda anche il video:

Guarda anche il video:

Certo, lo sarà senza dubbio veicolo più veloce al mondo, con accelerazione, autonomia e prestazioni da record Tuttavia, il metodo è ancora sorprendente. Tuttavia, siamo disposti a scommettere che i futuri clienti Tesla non si immergeranno completamente nell’ignoto. Infatti, quando il veicolo è stato presentato per la prima volta nel 2017, Tesla ha quotato un prezzo di $ 250.000 per la “Founders Edition”, il modello premium. Ma da allora l’acqua è passata sotto i ponti, prosciugando sia una pandemia globale “minore” che una crisi “aneddotica” dei semiconduttori, due eventi che potrebbero aggiungere diverse migliaia di euro al conto.

Cosa fare a Lione questo fine settimana? (15, 16 e 17 aprile 2022)

Il Barcellona corregge in casa e mette KO, Nkunku spinge il Lipsia in semifinale… Cosa ricordare del ritorno nei quarti di finale