in

il governo aumenta il sostegno all’acquisto di caldaie a energia rinnovabile

La casa di Jean, a Lagny-sur-Marne (Seine-et-Marne), è ancora in costruzione. Sono previste alcune finiture ma la pompa di calore è ben installata. Dal 15 aprile, gli aiuti di Stato di MaPrimeRénov – destinati a incoraggiare il rinnovamento energetico delle abitazioni – saranno aumentati di 1.000 euro per le famiglie che passeranno da una caldaia a gas o olio a una caldaia a energia sostenibile. La misura mira a mitigare l’impatto dell’aumento dei prezzi dell’energia, in particolare legato alla guerra in Ucraina, riducendo la dipendenza da olio combustibile e gas.

Come Jean, sempre più francesi stanno optando per le pompe di calore. A casa sua, un modulo è posizionato in garage e la pompa è nel vialetto, fuori casa. “Ho esitato con una caldaia a gas, che offre un piacevole comfort di riscaldamento. Avevo paura di passare all’elettrico, ma si sta facendo di tutto per elettrificare i consumi energetici. In questa logica mi era chiaro”.

In realtà è l’elettricità che alimenta la macchina. Questo aspira le calorie dall’aria circostante per recuperarle sotto forma di calore. “Se prendiamo l’esempio di una pompa da bicicletta, il tuo braccio corrisponde alla tua energia elettrica: comprimiamo e produciamo calore”, rende popolare Fabien, installatore. Quindi per un kilowatt di elettricità consumata, la pompa di calore può recuperarne quattro.

Secondo Fabien, è un’alternativa efficiente alle caldaie tradizionali. “Il prezzo del gas è in aumento e quello del gasolio è esploso. L’elettricità è qualcosa che controlliamo, ma dobbiamo comunque ridurre al minimo i consumi. La pompa di calore è quindi la soluzione ideale”. In media, una famiglia consuma da tre a quattro volte meno energia. “Questo ti dà un’idea dei risparmi che faremo”.

Di fronte a questi buoni risultati, le richieste si accumulano. Ad esempio, l’anno scorso sono state vendute più di un milione di pompe di calore. Ma l’installazione rimane costosa: “Oggi bisogna contare dai 15.000 ai 18.000 euro per una buona pompa di calore”, fornisce i dettagli del tecnico. L’aiuto di MaPrimeRénov’ deve essere detratto da tale importo. “E’ una scala con quattro categorie che appartengono ai colori. Eravamo in giallo e quindi avevamo diritto a 3.000 euro”spiega gen.

Se avesse fatto i lavori dopo il 15 aprile, avrebbe quindi ricevuto 4.000 euro. Nonostante tutto, sommando altre risorse che si accumulano, ha risparmiato 8.000 euro sul suo conto. In totale, l’importo di MaPrimeRénov’ è limitato a 8.000 euro per le famiglie a basso reddito, 10.000 euro per le famiglie a reddito molto basso (escluso il nuovo bonus. Il tutto per un risultato soddisfacente: “Alcune cose devono ancora essere riparate, ma il comfort del riscaldamento c’è. Si sente a malapena. Non ci sono davvero aspetti negativi di cui lamentarsi”dà il benvenuto a Jean.

Ma attenzione alle truffe o alle pompe economiche! Ai francesi molto spesso viene chiesto, spesso telefonicamente, dalle aziende di incoraggiarli a svolgere questo lavoro. Tuttavia, secondo i professionisti, l’installazione di una pompa di calore richiede un minimo di riflessione. “Ci sono alcune precauzioni minime che devono essere prese”ricorda di franceinfo Jean-Yves Mano, presidente di Consumer Housing, Living Environment (CLCV), un’associazione di consumatori. “Innanzitutto non abbiate fretta di firmare un preventivo dopo un’assunzione. Inoltre è vietata la sollecitazione al risparmio energetico”. In particolare, mette in guardia contro il periodo di fiere e mostre di rinnovamento energetico. “È un luogo di truffe assolute sul lavoro a risparmio energetico. Ti lasciamo firmare preventivi fino a 30.000 euro senza andare a casa tua”lui dice.

Jean-Yves Mano descrive le varie possibili truffe: “Sui prezzi, sulla qualità dell’attrezzatura – che non corrisponde necessariamente al preventivo rilasciato -, sulla qualità del lavoro…”, riassume. Implica “grandi aziende che esternalizzano il lavoro e alla fine non hai la qualità”. Inoltre, alcuni professionisti “A volte ti parla di un aiuto a cui non hai diritto”† Jean-Yves Mano quindi consiglia se “criterio basilare” di “chiedilo a un’agenzia France Rénov. In Francia sono 450 dove puoi ottenere tutta la consulenza necessaria”.

questi 3 segni zodiacali ASSOLUTAMENTE devono suonare

Speedons: da Star Wars a Zelda, stasera iniziano le speedrun di beneficenza!