in

Il nuovo Livebox 6 di Orange mantiene tutte le sue promesse, soddisfazione totale per i primi abbonati

Il nuovo Livebox 6 di Orange mantiene tutte le sue promesse, soddisfazione totale per i primi abbonati

I primi iscritti a Livebox 6 non nascondono la loro soddisfazione sui social. Le misurazioni del flusso soddisfano le aspettative, abbastanza da rimandare la generazione precedente nell’armadio.

Stabilità e prestazioni, queste due qualifiche possono già essere associate all’Orange Livebox 6 lanciato solo una settimana fa. Nel momento in cui i primi abbonati installano nel proprio soggiorno il neonato WiFi 6E dell’operatore, sui social si svolgono i primi test di velocità. Ed è chiaro che Orange mantiene le sue promesse in termini di velocità.

Sulla carta, l’offerta Livebox Max promette velocità di download fino a 2 Gbit/s non condivisi e 800 Mbit/s in upload, tutto cablato. Se queste sono velocità massime, molti abbonati ne trarranno vantaggio sin dal primo utilizzo. Alcuni clienti infatti superano i 2 Gbit/s.

Se la stabilità della rete Orange non si presenta più, massimizzare la connessione fin dall’inizio è un vero punto positivo da mettere a favore dell’operatore incumbent. Ora non resta che attendere e vedere i primi test di velocità wireless con WiFi 6E e il contributo della banda 6 GHz. Orange ha annunciato che non dovrebbero esserci perdite rispetto a una connessione cablata. Per il momento, alcuni abbonati raggiungono velocità di 700 Mbit/s in entrambe le direzioni.

Ricordiamo che il Livebox 6 ha 5 porte Ethernet (solo una a 2,5 Gbps, l’altra a 1 Gbps). Il desiderio è quello di distinguersi soprattutto nell’ambito della connettività wireless con l’integrazione del WiFi 6E che offre più throughput e latenza il più possibile ridotta. L’operatore offre anche fino a 3 ripetitori WiFi 6 nella sua nuova offerta, oltre a un Airbox 4G scalabile da 20 GB. Questa offerta 100% fibra è quotata a € 34,99 per 1 anno e poi a € 54,99 al mese, ovvero € 5 in più rispetto al Livebox 5.

Europa League – Per Barça – Francoforte – Kevin Trapp al Camp Nou: ritorno al box da incubo

Perché il Manchester United non vuole più Mauricio Pochettino