in

Il prezzo dei biglietti aerei tra la Francia continentale e i territori d’oltremare è in aumento

“Nonostante questa dinamica, e con l’eccezione della Guyana, i prezzi dei biglietti rimangono inferiori rispetto al 2019”, ha affermato il ministero della Transizione ecologica.

Il prezzo medio dei biglietti aerei sulle rotte tra la Francia continentale e l’estero è aumentato del 13,5% su base annua a marzo, rimanendo generalmente al di sotto dei livelli del 2019, secondo i dati ufficiali diffusi giovedì.

Il primo trimestre del 2022 si chiude con un aumento del 6,1% dei prezzi dei biglietti aerei dalla Francia rispetto a marzo 2021, tutte le destinazioni messe insiemesecondo il governo pubblicato Air Passenger Transport Price Index (IPTAP).

VEDI ANCHE – “Il mondo va a gonfie vele”: con inflazione e guerra, Nicolas Baverez confronta la situazione attuale con quella del 1945

Questo aumento, che avviene in un contesto di graduale ripresa del trasporto aereo dopo la crisi sanitaria, l’inflazione e il conflitto in Ucraina che ha spinto al rialzo i prezzi del petrolio, nasconde forti differenze. In realtà, “in partenza dalla Francia continentale, i prezzi sono aumentati dell’1,0% sulla rete domestica e del 6,2% sulla rete internazionale rispetto a marzo 2021“, secondo il Ministero della Transizione Ecologica, che pubblica mensilmente l’IPTAP. E nel dettaglio, la sostanziale stabilità dei prezzi tra le destinazioni francesi è il risultato di situazioni molto contrastanti tra “forte calo dei prezzi dei biglietti sulle tratte intraurbane (-8,3%) e forte aumento sulla rete Métropole-Outre-mer (+13,5%)

Particolarmente segnato da Reunion

La tendenza è ancora più forte quando si lascia i dipartimenti d’oltremare: un aumento del prezzo dei biglietti aereiparticolarmente importante con un incremento del 14,3%più di un anno, osserva il ministero. †Questa tendenza interessa i quattro dipartimenti, ma è sempre dalla Riunione che i prezzi mostrano gli aumenti maggiori, sia sulle rotte intra-OM che verso la Francia continentale (+30%).ha detto la stessa fonte.

Nonostante queste dinamiche, e ad eccezione della Guyana, i prezzi dei biglietti restano inferiori rispetto al 2019“, prima della crisi del Covid-19 che svuotava gli aerei e spingeva le compagnie a ridurre le rotazioni. Le rotte tra la Francia continentale ei territori d’oltremare sono state tra le rotte che hanno entrambi resistito di più e hanno realizzato il recupero più marcato, fenomeno coerente con il loro ruolo di continuità territoriale.

Secondo gli ultimi dati del Groupe ADP, gestore degli aeroporti parigini, questi collegamenti avevano recuperato l’82,5% del livello di marzo 2019 il mese scorso, mentre tutti i bundle messi insieme, Orly e Roissy il mese scorso avevano solo il 68,7% dei passeggeri recuperati tre anni fa. .


PODCAST – La tassa è giusta? Il momento di Philo, di Aziliz Le Corre

Ascolta e iscriviti a te piattaforma sonora preferito

Trafuga dati sanitari: sanzione da 1,5 milioni di euro alla società DEDALUS BIOLOGIA

Quinté+: Gravaleta molto competitivo nel Quinté+ da venerdì 22 aprile in serata a Vincennes