in

Il salario minimo per i dipendenti pubblici sarà ben al di sopra del salario minimo dal 1 maggio

Il provvedimento, che secondo il ministero riguarda 700mila agenti, mira ad attenuare l’impatto dell’elevata inflazione degli ultimi mesi (4,5% a marzo nell’arco di un anno).

A quattro giorni dal secondo turno delle presidenziali, mercoledì è stato presentato al consiglio dei ministri il decreto che fissa l’aumento salariale per i dipendenti pubblici con gli stipendi più bassi, confermando una promessa fatta a metà marzo.

Il mese scorso, il ministro della Trasformazione e del servizio pubblico Amélie de Montchalin ha promesso di mantenere “qualunque cosa accada” il salario minimo nel servizio pubblico al di sopra del salario minimo, che salirebbe a 1302,64 euro netti (1645,58) il 1 maggio lordi) .

Il salario minimo “si rivaluta quindi immediatamente se si osserva un aumento dell’indice dei prezzi al consumo di oltre il 2% rispetto all’ultima variazione del salario minimo di gennaio”, aveva stabilito il ministero.

Mantieni il salario minimo al di sopra del salario minimo

Il provvedimento, che secondo il ministero riguarda 700mila agenti, mira ad attenuare l’impatto dell’elevata inflazione degli ultimi mesi (4,5% a marzo su un anno) ed entrerà in vigore dal 1 maggio.

L’esame del decreto arriva cinque giorni dopo l’annuncio di un’altra rivalutazione meccanica del salario minimo per i lavoratori del settore privato, al 2,65%. Dal 1 maggio saranno 1302,64 euro netti (1645,58 euro lordi).

A titolo di confronto: il 1° gennaio era già stato aumentato il salario minimo (+0,9% a 1603,12 euro lordi o 1230,60 euro netti) così come il salario minimo (a 1607,31 euro lordi). come ricorda il sito service-public.fr

In Francia, il potere d’acquisto dei lavoratori del settore privato pagati al salario minimo è protetto da un meccanismo di rivalutazione legale automatico, che garantisce che il salario minimo aumenti almeno alla stessa velocità dell’inflazione per le famiglie a più basso reddito. † Un automatismo che non giova ai dipendenti pubblici, che aspettano anche il compimento della promessa ammiraglia del ministro, lo scongelamento del punto di riferimento.

Punto indice bloccato dal 2017

A metà marzo, la signora de Montchalin si è impegnata a concedere un aumento generale a 5,7 milioni di dipendenti pubblici “prima dell’estate”, ma dopo le elezioni presidenziali.

Come pilastro della retribuzione dei dipendenti pubblici e dei lavoratori a contratto, il punto indice non è stato rivalutato dall’inizio del 2017, con il ministero, fino a tempi recenti, che ha favorito aumenti rivolti ad alcune popolazioni di dipendenti pubblici.

Il salario minimo, invece, è stato alzato due volte negli ultimi mesi, a ottobre e poi a gennaio.

Il porto di Shanghai è fermo: perché aspettarsi nuovi deficit globali e un aumento dell’inflazione?

Thor Love and Thunder: Facciamo il punto sul prossimo film del MCU con protagonista il dio nordico