in

La BoE segnala il rischio di recessione e un’inflazione del 10% se aumenta nuovamente i tassi

È un articolo dell’agenzia di stampa Reuters che ci dice che la BoE, la Bank Of England, la banca centrale del Regno Unito, sta segnalando un rischio di recessione e inflazione del 10% mentre alza nuovamente i tassi di interesse.

Infatti, la Banca d’Inghilterra ha avvertito che la Gran Bretagna ha rischiato un doppio smacco con una recessione da un lato e un’inflazione superiore al 10% dall’altro quando ha alzato i tassi di interesse giovedì. tassi di interesse al livello più alto dal 2009, un quarto in aumento da un punto all’1%.

Quello che sta accadendo oggi in Inghilterra sta già accadendo in Francia e nel mondo.

Siamo di fronte a uno shock inflazionistico che contribuirà a una recessione.

La BoE ha anche espresso preoccupazione per l’impatto dei nuovi blocchi di COVID-19 in Cina, che minacciano di colpire nuovamente le catene di approvvigionamento e di esacerbare le pressioni inflazionistiche.

In Inghilterra si dice un po’ di più!

“Ma i politici di tutto il mondo stanno anche cercando di evitare che le loro economie vadano in crisi.

“Il punto è che ora stiamo seguendo questo percorso molto stretto”, ha detto Bailey ai giornalisti.

La BoE ha affermato che la maggior parte dei responsabili politici ritiene che “un certo grado di ulteriore inasprimento della politica monetaria potrebbe essere ancora appropriato nei prossimi mesi”. Ha anche usato la parola “modesto” per descrivere l’entità dei prossimi aumenti dei tassi.

La BoE ha affermato che l’inflazione nel Regno Unito raggiungerà il picco più tardi rispetto alle altre principali economie avanzate a causa di un tetto massimo ai prezzi dell’energia residenziale. Le bollette sono aumentate del 54% ad aprile e la BoE ora prevede un altro aumento del 40% in ottobre, colpendo l’economia! Ovviamente è significativo e sarà lo stesso in Francia o congeleremo i prezzi e sarà il deficit di bilancio a finanziare.

Il reddito disponibile reale delle famiglie, una misura del tenore di vita, dovrebbe scendere dell’1,75% quest’anno, il più grande calo dell’anno solare dal 2011 e il secondo più grande dall’inizio dei record della BoE negli anni ’60.

Questo è ovvio.

Non incolpare la Brexit!

Saremo rovinati come gli inglesi e ovviamente diminuirà anche il nostro potere d’acquisto. È solo che in Francia siamo ipocriti e non lo diciamo.

Carlo SANNAT

“Questo è un articolo ‘presslib’, cioè totalmente o parzialmente privo di riproduzione, a condizione che questo paragrafo sia riprodotto dopo di esso. Insolentiae.com è il sito in cui Charles Sannat parla quotidianamente, fornendo analisi brutali e intransigenti delle notizie economiche. Grazie per aver visitato il mio sito. Puoi iscriverti gratuitamente alla newsletter quotidiana su www.insolentiae.com. †

Fonte Reuters.com qui

Cos’è questa “vedova nera” nel nostro cielo?

Schede grafiche per PC: per i French Days 2022, i prezzi stanno crollando e le scorte si stanno finalmente riempiendo! Queste sono le migliori offerte del web francese