in

La borsa di Parigi festeggia, poi si disillusa dopo la Fed

pubblicato giovedì 05 maggio 2022 alle 19:01

La borsa di Parigi, che ha aperto in forte rialzo il giorno dopo la riunione della Fed, ha finalmente chiuso la seduta giovedì, superata dai mercati statunitensi e dal contesto economico generale.

L’indice stellare CAC 40 ha perso 27,28 punti a 6.368,40 punti. Il giorno prima era sceso dell’1,24%.

Tuttavia, la Borsa di Parigi aveva iniziato la giornata con un guadagno del 2,40% a 6.549,49 punti, il massimo della sessione. L’indice è sceso a poco a poco e si è fermato dopo l’apertura dei mercati statunitensi.

“Gli investitori sono stati rassicurati ieri sul ritmo” dell’aumento del tasso di policy della Federal Reserve statunitense, ha detto all’AFP Pierre Blanchet, capo dell’intelligence economica presso l’Amundi Institute.

Il presidente della banca Jerome Powell ha rifiutato qualsiasi aumento del tasso di 0,75 punti percentuali, una prospettiva che aveva spaventato i mercati per giorni.

La Fed ha optato per un aumento di mezzo punto percentuale in questa riunione e dovrebbe continuare questa tendenza almeno il prossimo mese.

Questa informazione ha riportato Wall Street e poi il mercato azionario europeo mercoledì. Ma giovedì i mercati statunitensi sono andati dall’altra parte, perdendo oltre il 3% poco dopo la chiusura di Parigi.

“La tendenza generale non è molto buona” tra le detenzioni in Cina e la guerra in Ucraina, ha ricordato Blanchet.

Il forte aumento dell’inflazione, che potrebbe superare il 10% nel Regno Unito secondo la Bank of England, sta anche modificando la configurazione del mercato, rendendo più difficili i titoli tecnologici che prediligono tassi di interesse bassi. †

I rendimenti dei Treasury, che hanno segnato la tendenza per il resto dell’economia, hanno continuato il loro forte rialzo: il rendimento decennale francese ha raggiunto l’1,57%, mentre quello statunitense è salito oltre il 3%, al 3,08%.

Infine, anche l’euro è sceso di oltre l’1% rispetto al dollaro (-1,04% a 1.0512 dollari intorno alle 18:45), beneficiando del suo status di rifugio sicuro e della stretta monetaria della Fed.

L’Airbus decolla

Le azioni di Airbus sono aumentate del 6,28% a 109,02 EUR dopo che il produttore europeo di aeromobili ha più che triplicato il suo profitto trimestrale in un anno a 1,22 miliardi di EUR. Airbus ha anche mostrato grandi ambizioni puntando alla produzione mensile di 75 A320 entro il 2025, senza precedenti per i suoi jet stellari a corridoio singolo.

Anche la compagnia aerea Air France-KLM, che ha diviso per tre la perdita del primo trimestre e si è detta ottimista per l’estate, è salita del 2,05% a 3,99 euro.

Crédit Agricole e Société Générale si agitavano

La banca Crédit Agricole è scesa del 4,01% a 9,98 euro dopo un utile netto del 24,1% nel primo trimestre.

La Société Generale è scesa del 2,56% a 22,43 euro dopo aver annunciato un utile netto leggermente aumentato nel primo trimestre. La sua performance aveva sofferto molto dopo lo scoppio della guerra in Ucraina da parte della Russia, dove la banca presta servizio ma dalla quale si ritirerà.

BNP Paribas, dal canto suo, ha perso lo 0,61% a 50,70 euro.

Euronext CAC40

addio stress mentale e ciao promessa di sicurezza Apple, Google e Microsoft

Recensione Netgear Orbi AX11000 (RBKE963): il sistema WiFi mesh 6E più completo