in

La fortuna dei cripto miliardari sta scomparendo! †

Con il calo del prezzo del bitcoin, gli investitori di tutto il mondo stanno subendo una grave perdita di denaro e, sebbene ciò colpisca un gran numero di persone, sembra che quelli che stanno soffrendo di più siano i miliardari di criptovaluta. Si è parlato molto di loro e di molti nuovi investitori che vogliono farne parte, ma oggi stanno attraversando una crisi piuttosto seria.

Secondo gli ultimi dati, la ricchezza delle criptovalute più ricche del mondo è diminuita in modo significativo. Ciò è accaduto a causa del deprezzamento di alcune criptovalute, ma soprattutto della caduta di bitcoin, la principale criptovaluta sul mercato e di proprietà della maggior parte degli investitori miliardari. In un brevissimo periodo di tempo, la principale criptovaluta è andata in crash, causando enormi perdite ai miliardari di criptovaluta.

Guardando i dati dell’anno scorso, quando il bitcoin ha raggiunto un nuovo record nel novembre 2021, afferma Briam Armstrong, il fondatore di Coinbase ha annunciato di avere una fortuna personale di $ 13,7 miliardi. Il problema è che il valore di mercato di Coinbase è ora notevolmente diminuito e ha subito perdite significative.

Secondo gli ultimi dati, Coinbase ha assistito a un enorme sell-off di monete come il bitcoin ed etere costringendo questo miliardario a detrarre $ 2,3 miliardi dalla sua fortuna, una perdita significativa registrata in un periodo di tempo più breve del previsto. Inoltre, mercoledì le azioni della società sono scese del 78% rispetto al picco raggiunto quando è stata quotata in borsa ad aprile.

Non c’è dubbio che gli ultimi giorni siano stati piuttosto difficili per il mercato, nel caso di Coinbase solo mercoledì il titolo è sceso del 26,4% per chiudere a $ 54,72, affermando che la società ha registrato una perdita di $ 430 milioni nel primo trimestre solo di quest’anno. Ciò è stato accompagnato da un disclaimer in base al quale erano previsti volumi di scambio mensili per gli utenti secondo trimestre e tutte le indicazioni sono che sono molto più deboli di quanto non fossero nel primo trimestre, quindi sembra che le perdite siano appena iniziate.

Il mercato è in crisi

I dati che Le rivelazioni di Coinbase finora sono piuttosto serie e riflettono in gran parte lo stato del mercato delle criptovalute.† Non è un segreto che il 2022, almeno finora, non sia stato l’anno migliore per… criptovalute e bitcoin scendono di prezzo come quelli che abbiamo visto in passato, ma a questo punto vengono espressi altri dubbi.

Uno dei dubbi più ricorrenti è se Coinbase possa resistere a questo forte calo dei prezzi delle criptovalute. Brian Armstrong ha appena sentito il bisogno di difendere la sua azienda e assicura che non c’è rischio di fallimento e che gli utenti della piattaforma sono al sicuro, ma diversi analisti affermano che se la situazione persiste, non sappiamo per quanto ancora potrà l’azienda resistere.

Se confrontiamo l’attuale situazione del mercato con quella di uno o due anni fa, è chiaro che stiamo vivendo un momento buio. Negli ultimi due anni, la sorte dei miliardari di criptovalute è aumentata notevolmente. All’inizio della pandemia causata dal Covid-19, il prezzo del bitcoin ha iniziato gradualmente a salire fino a raggiungere il picco di oltre 60.000 dollari per criptovaluta, aumentando chiaramente le fortune di questi investitori, ma oggi è calato.

Finora, i prezzi delle due criptovalute più popolari sul mercato sono scesi di oltre il 50% rispetto ai massimi storici precedenti e si dice che siano vicini al collasso totale. Alcuni analisti, che non sono così favorevoli alle criptovalute, sostengono che la bolla di le criptovalute stanno per esplodere ed è stato suggerito che potrebbe essere l’inizio della fine per il mercato.

E le perdite non sono state registrate solo con Armstrong, è successo anche con il CEO De binance che ha perso 16 miliardi di dollari mercoledì. Nel caos dei fratelli Winklevoss, i co-fondatori di Gemini hanno perso circa 2,1 miliardi di dollari ciascuno dall’inizio dell’anno.

Allo stesso modo, Michael Novogratz, CEO di Galaxy Digital, ha perso altri 2,9 miliardi di dollari. E un altro che ha perso un’enorme quantità di denaro è l’ex trader di Golman Sachs, che solo quest’anno ha perso 1,3 miliardi di dollari.

“L’urgenza di rendere l’industria più attraente, formare competenze e liberare terreni per costruire fabbriche”

PUNTO DI MERCATO – Aumento in vista in Europa per concludere una settimana turbolenta (aggiornato) – 13/05/2022 08:25