in

La guerra in Ucraina pone fine alla globalizzazione, afferma il capo di BlackRock

L’invasione dell’Ucraina ha spinto i paesi a unirsi per recidere i loro legami finanziari ed economici con la Russia. Questa guerra economica contro la Russia sta di fatto ponendo fine al processo di globalizzazione a cui si assiste da trent’anni, stima Larry Fink, il capo di BlackRock, il più grande asset manager del mondo, nella sua tradizionale lettera agli azionisti, trasmessa questo giovedì. Anche il finanziere americano si aspetta che questa guerra acceleri la transizione ecologica, ma non immediatamente.

Fu all’inizio degli anni ’90, alla fine della Guerra Fredda, che la Russia venne integrata nel sistema finanziario internazionale, ricorda Larry Fink, che nel 1988 fondò BlackRock, proprio per soddisfare le esigenze di investimento che la globalizzazione creerebbe. . Questo periodo di integrazione economica terminò quando i governi di tutto il mondo decisero di imporre sanzioni a Mosca. Anche il settore privato ha partecipato al movimento, andando talvolta al di là delle decisioni degli Stati, osserva ancora il finanziere statunitense, 69 anni.

Accentua le riflessioni dovute alla pandemia

Secondo lui, il prossimo mondo spingerà gli attori economici a riesaminare le proprie filiere, che avevano già avviato a causa del covid. Paesi come Messico, Brasile o Stati Uniti potrebbero beneficiare della convergenza che accelererà tra i luoghi in cui avviene la produzione e dove viene consumata, secondo Larry Fink.

Leggi anche: Dopo questa crisi, “il mondo avrà un aspetto diverso”, secondo BlackRock (nel 2020)

Avviata anche dalla pandemia, l’inflazione sarà un’altra caratteristica di questo nuovo mondo. Energia e materie prime alimentari continueranno a penalizzare le famiglie più modeste poiché i salari non sono riusciti a tenere il passo con l’aumento dei prezzi. Le banche centrali dovranno scegliere tra tollerare una maggiore inflazione e sostenere l’attività economica o frenare l’aumento dei prezzi a rischio di un rallentamento della crescita economica.

Buono per le valute digitali

La guerra in Ucraina potrebbe anche spingere i governi ad accelerare i loro progetti di valuta digitale. Per ridurre la loro dipendenza dalle principali valute del pianeta e aumentare l’efficienza nelle operazioni internazionali, Larry Fink va oltre.

Leggi anche: La sostenibilità non è “attiva”, afferma il capo di BlackRock Larry Fink

Infine, i paesi che non dispongono di una propria fonte di energia dovranno finanziare e sviluppare le proprie capacità, il che per molti di loro significa investimenti nell’energia solare ed eolica. Con i prezzi elevati dell’energia, le energie rinnovabili saranno economicamente più competitive. Due ragioni che dovrebbero accelerare la transizione ecologica, secondo Larry Fink, anche se il consumo di combustibili fossili aumenterebbe nel breve termine.

Perché nessuno vuole andare alla festa degli Oscar di Jay-Z e Beyoncé?

Un nazionale francese dichiara il suo amore per Saint-Etienne