in

L’economia tedesca cadrebbe in recessione se il gas russo si fermasse

Nel 2023 il prodotto interno lordo della più grande economia europea diminuirebbe del 2,2% se le consegne di gas si interrompessero, secondo i principali istituti di previsione economica tedeschi.

La Germania potrebbe finire in recessione nel 2023 se la fornitura di gas russo deciso all’indomani della guerra in UcrainaLo hanno affermato mercoledì i principali istituti di previsione economica tedeschi.

Secondo queste sei influenti organizzazioni (DIW, IFO, IfW, IWH e RWI), il prodotto interno lordo della più grande economia europea diminuirebbe del 2,2% entro il 2023 se l’approvvigionamento di gas, da cui la Germania è particolarmente dipendente, venisse ridotto. La perdita cumulativa del PIL per il 2022 e il 2023 sarebbe di circa 220 miliardi di euro, specificano. †Se la fornitura di gas viene interrotta, l’economia tedesca rischia una profonda recessione“Reagisce Stefan Kooths, vicepresidente dell’IfW, in un comunicato stampa.

VEDI ANCHE – “Ho strappato la mia tessera elettorale”: tra fastidio e rabbia, questi astensionisti giustificano il loro disinteresse per questo presidenziale 2022

Il calo del PIL dovrebbe essere del 5% nel secondo trimestre del 2023, prima che l’economia si riprenda alla fine dell’anno. Un possibile embargo sul gas russo è oggetto di accese discussioni tra gli Stati membri dell’UE, con Berlino come uno dei principali oppositori di un’immediata cessazione delle importazioni, credendo che la pace economica e sociale nel Paese. Le conseguenze di tale chiusura e la capacità della Germania di trovare fonti di energia alternative a breve termine sono oggetto di dibattito tra gli economisti.

Berlino moltiplica i passi per trovare nuovi fornitori

Berlino, che prima della guerra forniva oltre il 55% dalla Russia, ha già ridotto questa quota al 40% e sta intensificando gli sforzi per trovare altri fornitori. La Germania non prevede di esaurire il gas russo prima della metà del 2024 e ha attivato il primo livello del suo piano di emergenza alla fine di marzo per garantire la fornitura di gas naturale di fronte alla minaccia di una cessazione delle forniture russe. † Gli istituti notano generalmente che l’economia tedesca “attraversa acque difficili» in un momento in cui la revoca delle restrizioni legate alla pandemia potrebbe aumentare l’attività.

Le filieresono sempre accesi“mentre le nuove restrizioni riguardano principalmente la Cina, e il “onde d’urto“della guerra in Ucraina”avere un impatto negativo sull’economia, sia dal lato dell’offerta che della domanda“, notano. Le ricadute della guerra in Ucraina stanno spingendo queste sei istituzioni ad abbassare la loro previsione di crescita per il 2022, che ora è proiettata al 2,7%, da una stima del 4,8% di ottobre. riflessa in un tasso di inflazione atteso del 6,1% quest’anno, e addirittura il 7,3% in caso di cessazione delle forniture di gas, ovvero “il valore più alto dalla fondazione della Repubblica FederaleNel 2023 il tasso senza consegne sarebbe ancora del 5,0% e del 2,8% con l’esecuzione.


VEDI ANCHE – “Ho strappato la mia tessera elettorale”: tra fastidio e rabbia, questi astensionisti giustificano il loro disinteresse per questo 2022 presidenziale

One Piece Red: rivelata la figlia di Shanks nel secondo trailer del film!

Sergej Milinkovic-Savic risponde all’offerta del Paris SG