in

netto o lordo, qual è il nuovo importo?

SMIC 2022: netto o lordo, qual è il nuovo importo?

SMIC 2022. L’importo dello SMIC, il salario minimo di crescita, è stato aumentato a partire dal 1 maggio. Quale sarà realmente l’impatto di questo aumento sul salario, lordo e netto? Qui troverai tutte le cifre sul salario minimo e informazioni pratiche.

[Mis à jour le 4 mai 2022 à 10h12] Dopo il tradizionale aumento di 1 gennaioil salario minimo è stato nuovamente aumentato a partire dal 1 maggio 2022. Se il governo ha accolto favorevolmente l’aumento del salario minimo, questo aumento è in realtà nero su bianco nei testi della legge sul lavoro. Non appena il livello di inflazione supera la soglia del 2%, il Ministero del Lavoro deve pronunciare un aumento del salario minimo. Il bersaglio? Lotta all’aumento dei prezzi al consumo (+4,5% a marzo 2022 in dodici mesi consecutivi). A quanto ammonta questo aumento del salario minimo? L’aumento del 1 maggio è del 2,65%oltre alla rivalutazione automatica del 1° gennaio (+0,9%).

Tra quattro mesi, il salario minimo di crescita sarà aumentato del 3,55%. Quindi quanto guadagna ora un dipendente che viene pagato con il salario minimo? Con questo secondo aumento nell’arco di un anno, il salario minimo mensile netto di crescita passa da 1.269 euro a 1.302 euro. Questo è un utile netto di 34 euro al mese. Il salario minimo lordo mensile a sua volta aumenta di 42 euro, da 1.603 euro a € 1.645,58† Si ricorda che la tradizionale rivalutazione dello Smic avviene sulla base della metà dell’aumento di potere d’acquisto della retribuzione oraria media degli operai.

Dopo un aumento dello 0,9% all’inizio del 2022, il salario minimo sarà ora aumentato a € 1645,58 lordi al mese, rispetto ai 1.589,47 euro lordi al mese dello scorso anno. Nel 2021 lo Smic aveva già subito una rivalutazione del 2,2% abbastanza senza precedenti per compensare l’aumento dei prezzi di oltre il 2% tra novembre 2020 e agosto 2021. È stata la prima volta dal 2011 che si è verificato un aumento automatico al di fuori del 1° gennaio. Ricordiamo che se un datore di lavoro dovesse pagare uno dei suoi dipendenti al di sotto del salario minimo legale, quest’ultimo potrebbe essere multato 1.500€† Può anche essere condannato a pagare danno e interessi al dipendente.

Il salario minimo avrà quindi un secondo aumento il 1° maggio 2022. Per tenere conto dell’aumento dell’inflazione (+4,5% a marzo su un anno), il salario minimo di crescita sarà aumentato del 2,65%, un aumento netto di 34 euro al mese. In altre parole, il salario minimo netto passa da 1.269 euro a 1.302,64 euro netti, in aumento rispetto a domenica 1 maggio.

Il salario minimo viene ristabilito ogni anno. Dal 1 gennaio 2022 lo è raggiunge 1.603 euro lordi al mese sulla base di 35 ore settimanali† Tale aumento è il risultato sia dell’evoluzione dell’inflazione che dell’aumento dei salari degli operai e degli impiegati. Il 1 maggio 2022 è entrato in vigore un nuovo aumento dopo l’inflazione, portando il salario minimo lordo a 1645,58 euro. A titolo indicativo, ecco l’evoluzione dell’importo del salario minimo dal 2010:

Evoluzione del salario minimo dal 2010
Anno Importo della retribuzione oraria minima (lorda) Livello del salario minimo mensile (lordo)
gennaio 2010 8,86€ € 1.343,77
gennaio 2011 9 euro 1.365€
dicembre 2011 € 9,19 € 1.393,82
gennaio 2012 9,22 € € 1.398,37
luglio 2012 € 9,40 € 1.425,67
Gennaio 2013 € 9,43 1.430,22 €
gennaio 2014 9,53 € € 1.445,38
gennaio 2015 € 9,61 1.457,52 €
gennaio 2016 € 9,67 € 1.466,62
gennaio 2017 € 9,76 € 1.480,27
gennaio 2018 € 9,88 € 1.498,47
gennaio 2019 10,03 € € 1.521,22
gennaio 2020 10,15 € € 1.539,42
gennaio 2021 10,25 € € 1.554,58
gennaio 2022 € 10,57 € 1.603
maggio 2022 10,85€ € 1.645

Il salario minimo netto mensile raggiunto 1.302,64 euro, rispetto ai 1.269 euro del 1 gennaio e ai 1.231 euro del 2021. Ricordiamo di seguito l’evoluzione dell’importo del salario minimo netto, negli ultimi anni, pari a:

Importo del salario minimo netto
Anno Importo del salario minimo mensile netto
gennaio 2016 1.143 €
gennaio 2017 € 1.149,07
gennaio 2018 1.174,93 €
gennaio 2019 € 1.204
gennaio 2020 € 1.219
gennaio 2021 € 1.231
gennaio 2022 € 1.269,45
maggio 2022 € 1.302

“L’importo della retribuzione minima netta che percepisce il lavoratore dipendente dipende dall’azienda coinvolta e da alcuni contributi legati al settore di attività”, ha ricordato il servizio pubblico nella pagina dedicata.

Il livello della retribuzione oraria minima (lorda) è di 10,85 euro, rispetto ai 10,57 euro del 1° gennaio 2022 e ai 10,25 euro precedenti. Ricordiamo: il livello della retribuzione oraria minima negli ultimi anni è stato:

Importo della retribuzione oraria minima (lorda)
Anno Importo della retribuzione oraria minima (lorda)
gennaio 2016 € 9,67
gennaio 2017 € 9,76
gennaio 2018 € 9,88
gennaio 2019 10,03 €
gennaio 2020 10,15 €
gennaio 2021 10,25 €
gennaio 2022 € 10,57
maggio 2022 10,85€

La quantità di Smic all’ora è molto variabile. Tieni presente che l’importo per busta paga può differire a causa dell’importo dei contributi previdenziali che vengono detratti dalla retribuzione oraria minima lorda. A gennaio 2022 l’importo del Salario orario minimo netto era circa 8,37 €† Ad esempio, è stato più debole tra gennaio e settembre 2021, misurato a 8,11 euro.

Il salario minimo di crescita corrisponde al salario orario minimo legale che il dipendente deve ricevere. In alcuni casi si applicano delle detrazioni (alunni e dipendenti di età inferiore ai 18 anni). il tariffa oraria è di 10,85€ da maggio 2022 è l’importo pagato per un’ora di lavoro. A differenza del mensile Smic, che è modellato sulla base di 35 ore settimanali.

L’importo dello Smic annuale si ottiene moltiplicando l’importo dello Smic mensile (sopra) per il numero dei mesi dell’anno, quindi 12. Nota che se stai usufruendo di una 13a mensilità pagata al tuo datore di lavoro, questa non è parte del calcolo del salario minimo annuo. Con riferimento al nuovo importo dello Smic 2022 valido dal 1 maggio 2022, lo Smic annuale netto è 15.631,68 € (1302,64×12). Da parte sua, il salario minimo annuo lordo aumenta a € 19.746 (1645,58×12).

Lo Smic in Francia è di 10,85 euro lordi all’ora con un orario di lavoro di 35 ore. Non tutti gli stati membri dell’Unione Europea ne hanno uno, ma per quelli che lo fanno le differenze sono piuttosto significative. Secondo i dati Eurostat, lo Smic più basso d’Europa è lo Smic in Bulgaria (332 euro al mese). Il salario minimo più alto d’Europa si trova in Lussemburgo (2.257 euro).

Alcuni Stati membri come Austria, Cipro, Danimarca, Finlandia, Italia e Svezia hanno un salario minimo per stabilimento. Il salario minimo può essere determinato anche per questi paesi attraverso negoziati tra le parti sociali.

Il caso della Svizzera è un po’ particolare perché solo 5 cantoni hanno un salario minimo. Ginevra, Neuchâtel, Giura, Ticino e Basilea Città. Non è la stessa cosa tra i diversi cantoni.

  • Ginevra : 3.870 euro
  • Neuchâtel : 3.370 euro
  • Giura : 3.370 euro
  • Ticino : 2.960 euro

Al di fuori di quello cantonale, in Svizzera non esiste un salario minimo a livello nazionale per vari motivi. La prima è che la Svizzera è uno Stato federale e ogni cantone rimane sovrano. Tieni presente che lo Swiss Smic rimane in media del 60% superiore allo Smic in Francia.

Dal 1 gennaio 2018 in Germania esiste un salario minimo legale. D’ora in poi verrà ristabilito un salario minimo che verrà raggiunto ogni due anni € 9,82 dell’ora dal 1° gennaio 2022. Una successiva rivalutazione dovrebbe avvenire il 1° luglio 2022 e sarebbe salario minimo tedesco fino all’altezza di 10,45 € lordo dell’ora.

In Francia lo Smic è stato rivalutato il 1 gennaio 2022 per tenere conto delle variazioni di prezzo tra agosto e novembre 2021. I dipendenti avevano diritto ad un aumento minimo di 0,9% all’inizio dell’anno. Di conseguenza, il salario minimo netto mensile è sceso da 1.231 euro nel 2021 a € 1.269,45 nel 2022† Il salario minimo lordo mensile aumenta da 1.554,58 euro a 1.603 euro il 1 gennaio 2022

Lo Smic viene rivalutato ogni anno il 1ehm Gennaio. È indicizzato all’inflazione misurata per il 20% delle famiglie con i redditi più bassi. La rivalutazione dello Smic avviene sulla base della metà dell’aumento di potere d’acquisto della retribuzione oraria media degli operai. Non appena l’inflazione salirà oltre il 2% sarà attuato anche un aumento.

I dipendenti che esercitano un’attività professionale nel settore della ristorazione hanno un salario minimo diverso da quello della legale Smic, denominata salario minimo† A prima vista, il salario minimo dell’hotel sembra più vantaggioso del salario minimo legale, ma vale la pena dare un’occhiata più da vicino. Viene calcolato il salario minimo dell’hotel 39 ore a settimana, e non più di 35 ore. Un’altra importante differenza è che quando un dipendente riceve il salario minimo dell’hotel, gode automaticamente di un 10% di straordinari in più eseguita tra la 36a e la 39a ora. Ecco perché lo stipendio mensile netto per l’hotel € 1.430† Sopra il compenso del salario minimo classico (1.269,45 euro) dovuto all’aumento degli straordinari. Lo stipendio mensile lordo in hotel è € 1.804,65

Il contratto collettivo di lavoro applicabile prevede solitamente un salario minimo convenzionale. Se il minimo pattuito è inferiore allo Smic, il datore di lavoro paga un’integrazione salariale per raggiungere l’importo dello Smic. Se il minimo convenzionale è superiore allo Smic, il datore di lavoro paga quanto previsto dal contratto collettivo di lavoro.

l’inflazione è quasi del 70%, pietra nella scarpa di Erdogan

Le 9 migliori offerte e promozioni dei French Days da non perdere questo giovedì 5 maggio