in

niente può impedire a Citroën di lanciare un’auto senza freni (letteralmente)

Il marchio chevron ha appena presentato un’auto che potrebbe essere una pietra miliare nella storia dell’auto: la DS E-TENSE.

Citroën è stato un marchio che osa molto nel corso della storia. Il marchio chevron si è sempre distinto per la sua filosofia innovativa, un’idea che è ancora attuale. Prova con l’esempio con la nuovissima concept car di la società DSla filiale di lusso di Citroen.

La DS E-TENSE è quindi un’auto elettrica, che è stata semplificata fino all’ultimo dettaglio. Finora il marchio francese è arrivato a rimuovere i freni a disco dalla sua auto. Un’idea che molti di noi trovano folle, perché per ovvi motivi di sicurezza stradale è difficile immaginare un’auto senza freni.

Ma questo è il nostro primo errore. Sebbene l’ultima concept car di DS non abbia dischi dei freni, l’auto non è in grado di rallentare. Una precisione evidente, ma che merita di essere sottolineata. L’auto frena bene, ma solo con la frenata rigenerativa. A differenza delle auto con motore a combustione interna, che vengono rallentate dall’attrito tra i pneumatici e la strada solo se il guidatore non frena, il semplice fatto di rallentare qui consente di ridurre notevolmente la velocità e persino di far girare l’auto abbastanza velocemente .fermare.

Frenata rigenerativa: la soluzione di domani?

Una specificità che consente alle auto elettriche di avere freni molto più piccoli rispetto alle auto termiche, o addirittura di non avere freni. Questo sistema consente anche di caricare le batterie mentre il motore gira “all’indietro” per rallentare l’auto. Questi sono chiamati freni rigenerativi.

Un sistema portato all’estremo all’interno del DS E-TENSE, che si basa esclusivamente su questo. Perché i freni rigenerativi esistono dagli albori delle auto elettriche. Oggi tutti i modelli elettrici e ibridi hanno questo impianto frenante, ma è disponibile anche una soluzione “meccanica”, soprattutto in caso di frenate di emergenza e operazioni di soccorso.

Sulla DS E-TENSE, Citroën scommette sull’eliminazione di questa soluzione, affidandosi completamente al suo sistema di frenata rigenerativa. Il marchio chevron spiega che l’auto utilizza due motori elettrici per frenare completamente l’auto fino a 640 kW.

Niente freni, il pianeta ci ringrazia

Come molti esperti concordano, l’assenza di freni a disco sarebbe un vero vantaggio per il pianeta. Uno studio recente stima che il 55% dell’inquinamento da traffico stradale provenga da particolato diverso dai gas di scarico. All’interno di queste particelle, una su cinque proverrebbe dalla polvere dei freni.

Queste particelle di ferro, rilasciate ad ogni inibizione, inquinano il pianeta e su larga scala il loro impatto non è trascurabile. Per le persone che vivono in zone ad alto traffico, la polvere dei freni è reale rischio per la salute pubblica

Oggi la stragrande maggioranza, se non l’intera flotta, anche le auto elettriche, contiene parti metalliche dannose per il pianeta, siano esse frizione, motore e freni. La loro scomparsa potrebbe rendere le auto di domani ancora più rispettose dell’ambiente. Ottime notizie per il pianeta.

Ufficiale: il desktop ARC è stato spostato alla fine dell’estate del 2022

Presentazione video – Land Rover Range Rover Sport (2022): La gamma “access”.