in

non utilizzare questo prodotto, è pericoloso per la salute, è salsa di soia

Pizze, cioccolatini, formaggi e ora salsa di soia. In effetti, molti prodotti sono stati richiamati in massa in un mese Nel caso della salsa di soia, le autorità sanitarie hanno avvertito i consumatori che c’è una concentrazione superiore alla norma di un contaminante in uno degli ingredienti di una salsa di soia.

Una serie di ricordi

Ogni giorno, i prodotti alimentari vengono buttati raggi perché comportano rischi. Il mese di marzo, ma anche il mese di aprile sono stati molto numerosi. In primo luogo, i cioccolatini Kinder sono stati ritirati a causa dei batteri nei prodotti che possono causare infezioni.

Poi c’erano i Pizze surgelate marca Buitoni oltre a diversi formaggi del gruppo Lactalis, per sospetta contaminazione batterica. Lo zucchero bianco in pezzi del marchio Top Budget che presenta pezzi di vetro, oppure i piatti Monoprix che contengono “troppo alto contenuto di cobalto”.

Schermata di Twitter

Questi ritiri hanno sollevato preoccupazioni, per non parlare della presenza di batteri in ciascuno di essi.

Richiamo massiccio per la salsa di soia

Il richiamo di massa vale anche per la salsa di soia. Secondo le informazioni, conterrebbe una contaminazione di 3 mcpd, mentre il prodotto è già commercializzato in tutta la Francia.

Secondo rappel.conso.gouv.fr, la salsa Silverswan è confezionata in bottiglie da un litro. I lotti interessati da questo richiamo sono GTIN 79809001624 Lotto 2020204483. I prodotti sono stati immessi sul mercato tra il 17 gennaio e il 1 gennaio.ehm Marzo 2022. Potrebbero non essere più in vendita.

Per chi l’ha già acquistato o per chi lo ha già sullo scaffale, la data di scadenza della salsa di soia è il 16 agosto 2023. Se sei uno di quelli che l’ha acquistata, non consumare il prodotto. Restituiscilo al negozio per il rimborso.

Se non è possibile restituire il prodotto in negozio, puoi anche contattare il servizio clienti.

Schermata di Twitter

Una piattaforma disponibile online

Per facilitare il richiamo, è disponibile una piattaforma online da aprile 2021. Si tratta di Reminder Conso. Quindi, quando i professionisti pubblicano richiami di prodotti commercializzati, sono tenuti a dichiararlo in questo spazio. Rappel Conso elenca poi le schede informative dettagliate per ciascun prodotto interessato.

Più di 300 promemoria al mese

Nell’ultimo anno sono stati registrati sulla piattaforma Rappel Conso 4.287 solleciti. Ci sono in media oltre 300 promemoria al mese, per vari motivi. A luglio 2021 c’è stato un massiccio richiamo, soprattutto per il gelato, relativo alla presenza di ossido di etilene, identificato in Europa dall’autunno 2020.

I rischi dei prodotti richiamati

Metà di hanno richiamato prodotti una sostanza chimica. Non è tutto! C’è anche il rischio di contaminazione con listeria e salmonella, batteri che causano malattie. In quanto tali, questi prodotti richiamati presentano rischi significativi. E ogni mese hanno luogo almeno trenta promemoria. Quindi stai attento!

©️ Gli editori di Tekpolis qualsiasi riproduzione dei nostri articoli senza la nostra autorizzazione sarà segnalata a Google e Facebook

C’era un amore nebuloso tra il mercato azionario e la BCE oggi, Notizie di mercato

una dimostrazione di forza contro Tesla