in

perché l’aumento del salario minimo provocherà paradossalmente tensioni sociali?

Il salario minimo è stato automaticamente rivalutato domenica 1 maggio sotto l’influenza dell’inflazione, ma questo sta mettendo sotto pressione le aziende. La decodifica di Fanny Guinochet.

Articolo scritto da

Inserito

In aggiornamento

Momento della lettura : 1 minuto.

I due milioni di dipendenti che hanno pagato il salario minimo guadagnano 33 euro in più al mese. Questo è in aggiunta all’aumento che avevano già in autunno. Ricevono uno stipendio mensile di poco più di 1.300 euro netti. Ciò equivale a un aumento totale di quasi il 6% in pochi mesi. Ma per gli altri lavoratori, invece, tutti quelli che stanno al di sopra dello Smic, non c’è un aumento sistematico, mentre soffrono gli aumenti di prezzo proprio come gli altri.

Rise in the Smic: “E’ uno scherzo”, giudicano i dipendenti coinvolti per i quali “ogni centesimo conta”

Questo crea problemi di potere d’acquisto. Questi dipendenti saranno tentati di chiedere aumenti ai loro capi. Soprattutto quelli che fino ad allora erano appena al di sopra del salario minimo. Perché con questo nuovo aumento sono sullo stesso piano: il salario minimo ha superato meccanicamente il livello dei salari più bassi.

Questo aumento interrompe improvvisamente tutti i ruoli in alcuni settori – come l’industria tessile o l’industria dei parrucchieri – che sono cinque o sei livelli che scendono al di sotto del salario minimo. In altri c’è solo una differenza di 50 euro tra il salario minimo e lo stipendio più alto. I datori di lavoro sono quindi preoccupati per possibili tensioni sociali. Alcuni capi si chiedono come faranno a sostenere finanziariamente queste affermazioni.

Questo aumento del salario minimo promette di suscitare scalpore anche tra i dipendenti pubblici. Come nel settore privato, l’aumento mette sotto pressione il datore di lavoro statale, perché anche lì schiaccia la scala salariale. Emmanuel Macron ha promesso trattative nel servizio pubblico per il suo secondo mandato con una riforma completa della paga degli agenti. Ha anche promesso di aumentare il punto indice – che funge da base per gli stipendi dei dipendenti pubblici – ma non ha detto di quanto, e questo è il punto.

Questo livello compenserà l’inflazione? E all’improvviso, che dire dei poliziotti che sono appena al di sopra del salario minimo equivalente? In ogni caso, potrebbe essere costoso per le finanze pubbliche, poiché si stima che un aumento dell’1% della retribuzione degli agenti costerà due miliardi di euro. Basti pensare che questi negoziati si preannunciano estremamente tesi.

Stamattina breve (e misterioso) crollo delle borse europee

solo un sindacato ha firmato la proposta di aumento generale dello stipendio per il management