in

Quali sono le migliori pratiche per proteggersi?

“12345”, “doudou”, “azerty” o “marseille”… Nel 2021, come negli anni precedenti, le password più utilizzate in Francia sembrava ai biglietti d’invito per gli hacker. Come garantire la sicurezza dei suoi dati, in questo caso? Lo riassumiamo in tre punti.

Perché dobbiamo ancora usare le password nel 2022?

Se usare “ti amo” o le prime lettere dell’alfabeto come passcode non è l’ideale, è perché la password è il primo ostacolo alle intrusioni digitali: più è comune, più facile sarà indovinare per l’intruso .una volta. Una volta fatto, l’hacker può aggirare i tuoi conti bancari, l’assicurazione sanitaria o qualsiasi altro servizio digitale.

La Francia è uno dei paesi più presi di mira dalle violazioni dei dati, secondo lo specialista della sicurezza informatica Passo Nord… E i francesi hanno una certa tendenza a sopravvalutarsi, soprattutto di fronte alle email di phishing† Questi attacchi, che assomigliano a e-mail o un messaggio di testo ufficialmente sono spesso usati per recuperare coppie nome utente/password. Il phishing e l’hacking degli account digitali sono il prime due minacce sicurezza informatica in Francia.

Quali sono le regole per creare una password?

Una buona password ha tra 8 e 12 caratteri, a seconda del raccomandazioni del governo e varia lettere maiuscole e minuscole, numeri, lettere e caratteri speciali. L’obiettivo è rallentare gli attacchi con forza bruta, che gli hacker utilizzano per aggirare automaticamente questa prima barriera. Una password sicura non contiene informazioni su di te o sui tuoi cari che potrebbero essere cercate da te online: nessun nome, data di nascita o simili. Dubbi sull’idea che stai sviluppando? L’associazione Nothing 2 Hide, specializzata nella sicurezza delle informazioni digitali, ti offre: testare la robustezza† Il Cnil dal canto suo si spinge fino all’utilizzo passphrasepiù lunga, ma anche più facile da ricordare di una parola in cui non sai più dove inserire lettere maiuscole e caratteri speciali.

Le seguenti regole riguardano la modifica delle password predefinite e la modifica della password per ciascun servizio. Altrimenti, la tua intera identità digitale è a rischio una volta che uno dei tuoi account viene compromesso. Presta particolare attenzione alla protezione delle tue e-mail, poiché in questa casella circola la maggior parte dei messaggi di recupero password provenienti da altri servizi. Per verificare se le tue credenziali sono trapelate da qualche parte, puoi utilizzare il sito sono stato riconosciuto o estensioni da Cromo Vero firefox – in caso di dubbio, cambia la password che ti preoccupa. Non comunicarli mai a terzi e, idealmente, non utilizzarli su un computer condiviso (oppure assicurati di utilizzare la navigazione privata e di chiudere tutte le sessioni prima di partire).

Come conservare tutto?

Complicato trovare la tua strada? Niente panico, ecco cos’è gestori di password : svolgono il ruolo di portachiavi digitali memorizzando le coppie identificativo/password per ciascun servizio. Se ne adotti uno, devi solo ricordare una cosa: una passphrase molto solida che verrà utilizzata per sbloccare il gestore.

Inoltre, se la password è la prima barriera antieffrazione, non è l’unico strumento disponibile. autenticazione multifattoriale, ampiamente utilizzato in ambito bancario, si estende a sempre più servizi. Se hai un account Google o Microsoft, potresti anche decidere di utilizzare questa soluzione per migliorare la sicurezza dei tuoi account. In questo modo è impossibile accedere senza avere lo smartphone a portata di mano.

Decisioni controverse di Steve Jobs alla Apple: le lingue si allentano…

Questo genio sta realizzando il sogno più sfrenato dei fan di The Legend of Zelda Ultimate