in

quanto vale il SUV ibrido in un lungo viaggio?

Particolarmente efficiente in città, l’auto ibrida è efficiente anche su un lungo viaggio? Durante un “viaggio on the road” tra Parigi e Monaco, abbiamo potuto prendere il controllo della nuova Kia Sportage ibrida.

Con il crollo delle immatricolazioni di auto a benzina e diesel, l’ibrida con l’elettrica si sta affermando come un vero e proprio trend nel mercato dell’auto, che rappresenta ormai il 20% delle vendite di veicoli nuovi. Elogiata nelle aree urbane, la tecnologia ibrida è rilevante anche in un lungo viaggio in cui il motore elettrico è meno richiesto? Per scoprirlo, abbiamo preso il volante della nuova Kia Sportage ibrida nella fascia alta GT Line per un “viaggio on the road” tra Parigi e il Principato di Monaco.

La nuova Kia Sportage con stile: una rivoluzione!

Dimentica le linee molto consensuali della generazione precedente. Come il resto dei modelli del marchio coreano, anche la Sportage sta subendo una rivoluzione. Esteticamente i cambiamenti sono drastici. Il frontale completamente ridisegnato presenta una griglia allargata con il nuovo logo del marchio e circondata da luci boomerang. Idem sul retro con forme che ricordano il Kia EV6recentemente eletto auto dell’anno 2022† Scelte estetiche molto divise che ricordano quelle della Toyota di qualche anno fa. In un momento in cui il design è il criterio numero uno per l’acquisto di auto, il crossover coreano gioca sull’emozione. Ci piace o non ci piace, ma non rimaniamo indifferenti.

In termini di dimensioni, il crossover coreano guadagna diversi centimetri rispetto al suo predecessore ed è ora lungo più di 4,52 m. Un modo per avvicinarsi alla Peugeot 3008 e alla Ford Kuga, le due referenze europee del segmento.

All’interno, il layout è in gran parte ispirato a quello della Kia EV6. Quindi ci sono due schermi da 12,3 pollici che, quando affiancati, sembrano formare un’unica lastra leggermente curva. A livello di computer di bordo è stato rivisto il design dei vari menù. Il tutto è abbastanza fluido e la navigazione corretta. Preferiremo comunque collegare il nostro smartphone per accedere ad applicazioni come Waze o Google Maps, che sono sempre più piacevoli da usare sulle lunghe distanze.

La scelta dell’ibridazione

100% elettrificata, la nuova gamma di motori Sportage si estende dal mild-hybrid all’ibrido plug-in. Per questo primo test a lungo raggio, abbiamo messo le mani sulla versione core “full hybrid”.

Con una potenza di 230 CV, combina un motore a benzina 1.6 l T-GDi da 180 CV con un’unità elettrica da 60 CV. La batteria ha una capacità energetica di 1,49 kWh e funziona con un ciclo di carica e scarica permanente. Una configurazione che permette alla modalità elettrica di intervenire regolarmente, soprattutto nelle aree urbane dove le fasi di decelerazione e frenata facilitano la ricarica della batteria.

Tra Parigi e Monaco

Per questo test a lungo raggio, intraprendiamo un viaggio su strada tra Parigi e Monaco, dove è stata ospitata la 17a edizione dello spettacolo EVER. Un viaggio epicureo che ci ha portato, tra strade statali e autostrade, in luoghi a volte insoliti come la stazione di servizio Croix de Molphey che, gestita da un fan di Johnny e delle vecchie auto americane, ci riporta agli anni Sessanta.

Quando si tratta di guidare, questa nuova Sportage è una vera berlina. Nonostante le sue sospensioni un po’ rigide, il crossover coreano è abbastanza comodo, ma beneficia anche del motore elettrico che porta la sua potenza teorica totale a 230 CV. Senza vertigini nella potenza annunciata, le accelerazioni restano sufficienti per sorpassare.

È ben insonorizzato e offre anche un’intera gamma di ausili alla guida. Tutto è abbastanza facilmente accessibile grazie ai comandi sapientemente posizionati sul lato destro del manubrio. Tuttavia, sarà necessario prestare attenzione alla finitura scelta. Mentre il Lane Keeping Aid, il Traffic Jam Assist, il Sign Recognition e il Cruise Control sono equipaggiamenti standard, altri sono riservati per la nostra finitura premium GT Line. Questo è particolarmente vero per il cruise control adattivo e il sistema di visualizzazione degli angoli ciechi. Molto pratico, visualizza sul cruscotto la vista posteriore del veicolo in tempo reale. Un dispositivo che avevamo già sperimentato durante la nostra Recensione ibrida plug-in Kia Sorento

Consumo di carburante: 6,4 l/100 km

Quando siamo arrivati ​​a Monaco, il nostro consumo totale era di 6,4 l/100 km. Un valore corretto per questo bellissimo bambino di 1,7 tonnellate che sta inchiodando i numeri tirati fuori dal ciclo WLTP. Naturalmente, la Sportage non è l’auto ibrida più economica. Il Toyota Auris e il Hyundai Ioniq farà di meglio, ma non siamo nella stessa lega quando si tratta di abitabilità. È proprio qui che il modello Kia esce in vetta: mentre la maggior parte delle ibride rinuncia a parte del bagagliaio a causa della batteria, la Sportage ibrida annuncia un volume di 587 litri, nella media alta del segmento. Inoltre, una capacità di traino non inferiore a 1.650 chili.

Dal lato dei prezzi, anche il SUV coreano è ben posizionato. Venduto da 37.490 euro nella versione base Active, è più accessibile della Ford Kuga ibrida, disponibile a partire da € 40.650. Progettato su un meccanismo identico, il Hyundai Tucson ibrida tuttavia, funziona meglio con una versione base fatturata da $ 32.950.


SFR, fondo di soddisfazione dei clienti nelle telecomunicazioni

Elon Musk si è detto pronto ieri sera a revocare la sospensione permanente dell’account Twitter di Donald Trump decisa dopo l’attacco al Campidoglio, suscitando reazioni contrastanti.