in

questo è quello che devi assolutamente dichiarare nelle tue entrate relative a Vinted, Leboncoin e Airbnb!

Lo Stato non poteva perdere la fortuna finanziaria delle tasse a seguito della vendita online di prodotti di seconda mano.

Guarda le tasse! Molti francesi si rivolgono a Vinted o Leboncoin per vendere o acquistare beni di seconda mano (o talvolta nuovi).

Tasse 2022

È un buon modo per risparmiare denaro e allo stesso tempo ridurre il consumo di Prodotti nuovi.

A oggetti e vestiti viene data una seconda vita, quindi è un buon sforzo ecologico utilizzare questo sistema. Ma queste applicazioni o siti web hanno così tanto successo che alcuni ne vendono molti. Troppo per lo Stato.

Le piattaforme informano le autorità fiscali, la dichiarazione è precompilata

Dal 2019, infatti, tutte le piattaforme trasmettono al fisco i redditi degli utenti: numero e importo delle transazioni, coordinate bancarie, status (privato o professionale). Con l’aiuto di queste informazioni, l’amministrazione completa il dichiarazione del reddito.

Dichiarazione non significa che le tasse devono essere pagate

Attenzione però: solo perché fai qualche vendita su Vinted o Leboncoin non significa che devi pagare le tasse sui tuoi guadagni. Questo sarebbe controproducente in quanto non incoraggerebbe francese in vendita, ma piuttosto da buttare.

Sono stati stabiliti alcuni criteri. La mancata dichiarazione è possibile se i tuoi guadagni su queste piattaforme sono inferiori a € 3.000 all’anno (per meno di 20 transazioni). E se devi dichiarare le tue vincite, non devi necessariamente pagare le tasse. Ma ciò consente alle autorità fiscali di controllare meglio le vendite su Internet.

Infatti, anche se vendi per più di 3.000 euro, l’amministrazione fa la differenza tra gli utenti che fanno trading in questo modo e si guadagnano da vivere, e persone che vendono mobili o oggetti di valore una o due volte. Quindi se vendi occasionalmente un telefono, un mobile o un computer, il reddito non è imponibile perché la tua attività non è quella di un professionista.

Tuttavia, ci sono delle eccezioni. Ad esempio, se vendi gioielli, metalli preziosi, opere d’arte, da collezione o antiquariato per più di 5.000 euro, devi pagare l’imposta forfettaria sui metalli preziosi.

Se vendi un oggetto per più di 5.000 euro, sei soggetto all’imposta sulle plusvalenze dalla vendita di beni mobili. Se l’hai fatto su un’applicazione o un sito Web con pagamento sicuro, questa vendita verrà automaticamente inclusa nella tua dichiarazione.

11 milioni di francesi beneficiano di dichiarazioni automatiche

numerose francese sentirsi a disagio con la loro dichiarazione dei redditi. Troppi numeri. Troppe sottigliezze. Troppe informazioni. Di conseguenza, la dichiarazione automatica rende più facile la vita degli undici milioni francese chi ne beneficia.

Quest’anno, ancora più persone dovrebbero approfittarne. Ma di cosa si tratta esattamente? L’Agenzia delle Entrate si accontenta di compilare preventivamente la dichiarazione dei redditi con le informazioni a sua disposizione (spese familiari, pensioni, indennità di disoccupazione, importo salarioe così via.)

Cosa dovresti fare in questo caso? Se tutte le informazioni sono corrette e complete, non è necessario fare nulla. La dichiarazione viene automaticamente convalidata.

D’altra parte, è possibile che alcuni elementi debbano essere integrati o addirittura modificati (ad esempio, devi verificare il tuo indirizzo, la tua situazione familiare, i costi che danno diritto allo sconto, ecc.). devi compilare la tua dichiarazione dei redditi come di consueto, poi il cartello† Tuttavia, il risparmio di tempo è notevole.

le tasse

Infine, assicurati di non perdere le date dei rapporti. Se abiti in un dipartimento numerato da 1 a 19, la scadenza è il 24 maggio 2022 alle 23:59 Per i reparti dal 20 al 54 tale scadenza è martedì 31 maggio 2022 alle 23:59 Infine, per le persone residenti nelle divisioni da 55 a 974-976, è necessario convalidare la restituzione entro martedì 8 giugno.

Nota: per la dichiarazione online, la scadenza tiene conto del dipartimento in cui risiedi il 1° gennaio 2022

la seconda marca di auto più costosa da riparare!

Queste 10 offerte di cui puoi pentirti per la vita