in

richiamo di due formaggi da parte della DGCCRF

Il sito governativo Rappel Conso ha appena ricordato due formaggi che mostrano segni di contaminazione nel Listeria monocytogenesresponsabile della listeriosi.

Il ritmo dei richiami di prodotti alimentari sembra riprendere a crescere. A seguito dei rischi di contaminazione con batteri E.coli in alcune gamme pizza Buitenonia o salmonella infantiletocca ora alla listeria parlarne ancora, con la contaminazione di due prodotti caseari.

VEDI ANCHE – Lactalis richiama i formaggi Brie e Coulommiers a marchio Graindorge

Il sito governativo Rappel Conso ha quindi segnalato tra mercoledì 4 maggio e giovedì 5 maggio due formaggi che presenterebbero segni di contaminazione con Listeria monocytogenes, l’agente patogeno responsabile della listeriosi. Questi due prodotti sono quindi iPane Hauts-de-France 230 g“, commercializzato tra il 19 aprile e il 4 maggio, e il “Cubetti di formaggio d’abbazia“del marchio”piccolo mercato“, commercializzato dal 16 aprile al 4 maggio nei marchi Carrefour, Auchan, Atac, Leclerc, Système U, Intermarché e Cora. Il sito, gestito dalla Direzione Generale Concorrenza, Consumatori e Prevenzione delle Frodi (DGCCRF), invita quindi i consumatori a “non consumare più, non utilizzare più, restituire al punto vendita o distruggere il prodotto

Tra 300 e 400 casi all’anno

Secondo il Ministero della Salute, i batteri di Listeria monocytogenes si verifica ovunque nell’ambiente, ma la contaminazione umana avviene solo attraverso determinati alimenti, come latticini, carne o frutti di mare, ma infetta in particolare quelli che sono scarsamente lavati o poco cotti. Nel caso specifico dei formaggi, questo avviene quando non sono sufficientemente pastorizzati.

Sebbene il numero di persone che contraggono questa malattia sia piuttosto raro [les autorités sanitaires françaises en comptent entre 300 et 400 par an], la listeriosi può causare febbre, mal di testa, disturbi digestivi e anche – nei casi più gravi – complicazioni neurologiche che possono poi essere pericolose per la vita della persona infetta. Inoltre, per le donne in gravidanza, la listeriosi può avere importanti conseguenze per il nascituro, con rischio di parto pretermine oforme settiche con distress respiratorio nei neonati
Il periodo di incubazione dura in media tra 10 e 28 giorni. In caso di dubbio o di reale contaminazione, è imperativo consultare il medico. La somministrazione precoce di antibiotici è efficace nel trattamento della malattia.


VEDI ANCHE – Salmonella, listeria, E.Coli… Quali sono i rischi?

L’Agenzia per i medicinali degli Stati Uniti limita l’accesso al vaccino Covid di Johnson & Johnson

lavorare da casa sta diventando più costoso e richiede più tempo