in

Stéphane Courbit porta in borsa la sua società di produzione televisiva Banijay e il suo gruppo di gioco d’azzardo online Betclic

Stéphane Courbit, a Bordeaux, nel 2015.

Nuova grande operazione per Stéphane Courbit. All’età di 57 anni, l’imprenditore francese, che ha iniziato la sua carriera producendo “Loft Story” nel 2001, ha deciso di inserire la sua società di produzione televisiva Banijay e il suo gruppo di gioco d’azzardo online Betclic. Ribattezzata FL Entertainment, la nuova entità, nota per successi come “Koh Lanta”, “Survivor”, “Master Chef” o “Fort Boyard”, o serie come Versailles Vero Peaky Blindersdiventa su 1 . quotata alla Borsa di Amsterdamehm Luglio.

“Da un punto di vista industriale è un buon momento: la produzione televisiva è un settore molto frammentato. Siamo il numero uno al mondo con solo il 3% del mercato, spiega François Riahi, braccio destro di Stéphane Courbit† Vogliamo contribuire al consolidamento che sta prendendo forma. † L’operazione valuta la società, che ha anche un debito di 2,3 miliardi di euro, a 4,1 miliardi di euro.

Complessa, questa IPO avverrà in due fasi. Inizia con la fusione di Banijay-Betflic con Pegasus Entrepreneurs, una delle Special Purpose Acquisition Companies (SPAC) fondata dalla società di consulenza di gestione Tikehau e da Financière Agache (Bernard Arnault). Negli Stati Uniti, le SPAC, questi veicoli quotati in borsa che raccolgono fondi ancor prima di aver indicato in quale compagnia o in che tipo di attività avrebbero investito, hanno avuto meno vento nelle vele a causa di alcuni abusi.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti SPAC, o come la mania del “assegno in bianco” sta prendendo il sopravvento a Wall Street

“La differenza è che con Financière Agache prendiamo una partecipazione in FL Entertainment, nella quale abbiamo investito il 2% del capitale ovvero 80 milioni di euro. I nostri interessi sono quindi in linea con quelli di altri investitori”.indica un portavoce di Tikehau, insinuando che alcuni produttori di SPAC statunitensi si sono accontentati di ricevere un risarcimento senza correre alcun rischio.

620 milioni di euro di denaro fresco

La tavola rotonda di FL Entertainment riunirà il gratin delle finanze parigine. Oltre a Bernard Arnault, che torna in Stéphane Courbit, in cui ha investito nel 2008, gli attuali azionisti rimangono nel capitale della futura entità, o addirittura reimmettono nuovo denaro. Come il suo alleato Vincent Bolloré, che ottiene il 19% del nuovo gruppo attraverso Vivendi. Marc Ladreit de Lacharrière (Fimalac), entrato nel capitale di Banijay tre anni fa, Exor (l’azienda di famiglia Agnelli) o la Société des Bains de Mer de Monaco (azionista di Banijay) continuano a partecipare all’avventura.

La tavola rotonda accoglie anche nuovi investitori come Axa, Rodolphe Saadé (CMA CGM) a titolo personale o Didier Le Menestrel, che ha fondato la società di gestione La Financière de l’échiquier, che è stata ceduta nel 2019.

Hai ancora il 43,06% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Gotham Knights: uscita esclusiva di nuova generazione, dettagli sull’edizione e 13 minuti di gioco con Nightwing e Red Hood Broadcast

“Eccezionale rapporto peso-potenza”, scopri la nuova vettura da corsa della Gendarmeria dei Pirenei Orientali per rintracciare i piloti