in

Tesla richiama urgentemente 130.000 auto a causa di AMD

Hardware di notizie Tesla richiama urgentemente 130.000 auto a causa di AMD

Un problema di surriscaldamento associato al nuovo processore AMD Ryzen è stato osservato su un piccolo numero di veicoli negli Stati Uniti, causando il malfunzionamento del computer di bordo e rendendolo inutilizzabile. Per precauzione, Tesla ha appena richiamato 130.000 veicoli per aggiornare il sistema.

Surriscaldamento anomalo del computer di bordo da parte del processore AMD Ryzen che causa questo richiamo

Quando le procedure di richiamo sono all’ordine del giorno nel mondo automobilistico, raramente si tratta di una buona trovata pubblicitaria. Tesla, che combina automobili ed elettronica, non è la prima campagna del genere.

Ad aprile, 48.000 “Model 3 Performance” erano già state richiamate negli Stati Uniti a causa di un problema di visualizzazione, mentre 128.000 veicoli hanno subito la stessa sorte in Cina a causa di un rischio di collisione. E se andiamo un po’ più indietro, più di 200.000 auto sono state richiamate a causa di un problema al bagagliaio. In ogni caso, non possiamo che sottolineare la reattività di Tesla nel risolvere i problemi in tempi rapidi.

Il problema individuato questa volta non sarebbe assolutamente pericoloso per la guida e la sicurezza dell’utente, sostiene Tesla, ma è comunque molto fastidioso perché rende il computer di bordo (l’enorme tablet se preferite) completamente inutile…

Una procedura di richiamo 2.0 eseguita tramite un semplice aggiornamento OTA

La causa del problema? Surriscaldamento del nuovo processore AMD Ryzen, che è venuto a sostituire gli Intel Atom, durante la fase di ricarica rapida e che potrebbe essere stato appena ottimizzato male. I risultati ? Lo schermo del tablet si blocca, la telecamera posteriore non si attiva o i sensori di prossimità non funzionano. Per alcuni è l’intero computer di bordo che non funziona più…

Indipendentemente da ciò, Tesla afferma che fino ad oggi sono stati interessati meno di cento veicoli e non è necessario rivolgersi a un rivenditore per risolvere il problema. Tutto può essere organizzato tramite un semplice aggiornamento simil OTA, come con i nostri smartphone in breve.

Se il problema si verifica su tutte le Model S e X dal 2021, nonché sulle Model 3 e Y dal 2022, illa procedura attualmente si applica solo negli Stati Unitima Tesla continua a monitorare il feedback degli utenti.

Profilo di Ludolink, Jeuxvideo.com

Attraverso LudolinkGiornalista jeuxvideo.com

PM

Xbox: Microsoft deposita un brevetto che potrebbe cambiare tutto per le sue console

Sostenuta dal successo di Elden Ring, Bandai Namco completa l’anno record – Notizie