in

trai vantaggio da questo aiuto?

È una lettera che molte case aspettano con impazienza. Il controllo energetico viene inviato annualmente alle famiglie interessate tra marzo e aprile. I Deux-Sèvres sono stati consegnati tra il 4 e l’8 aprile. Dal 19 al 22 aprile è il turno del Maine-et-Loire† Vivi in ​​un dipartimento diverso? consulta il calendario del Ministero della Transizione Ecologica

Di cosa si tratta ?

Tale supporto assume la forma di un assegno cartaceo inviato per posta ai beneficiari o, se lo hanno preassegnato, direttamente ai fornitori. In tal caso, l’importo verrà automaticamente addebitato sulla fattura e il nucleo familiare riceverà una conferma di ricezione tra l’11 e il 22 aprile, indipendentemente dal reparto.

Quale importo?

Nel 2022 l’importo del buono energia varia in base al reddito tra 48 e 227 euro. In media si tratta di 150 euro.

Per assorbire lo spettacolare aumento dei prezzi dell’energia, a dicembre 2021 è stato inviato ai beneficiari un voucher energetico aggiuntivo. Con un valore di 100 euro, rimarrà utilizzabile fino a marzo 2023.

Chi ne beneficia?

In Francia, quasi 5,8 milioni di famiglie beneficiano ogni anno di questo sostegno. Nei Paesi della Loira lo ricevono 270.822 famiglie, per un importo complessivo di poco più di 37 milioni di euro.

L’Agenzia delle Entrate determina ogni anno quali famiglie riceveranno il buono energia in base al reddito fiscale di riferimento (RFR, visibile nella prima pagina del tuo ultimo accertamento IRPEF) e alla composizione del nucleo familiare, indicata in unità di consumo (VE).

La prima persona del nucleo familiare conta per 1 CU, la seconda per 0,5, la terza e la successiva per 0,3.

Per quale uso?

Questo sostegno del governo consente di pagare:

– bollette e acquisto di combustibili (elettricità, gas naturale o petrolio liquefatto, olio combustibile, legna, biomasse o altri combustibili per riscaldamento o produzione di acqua calda)

– i costi energetici inclusi nel rimborso (le strutture interessate sono strutture abitative per anziani dipendenti o non dipendenti – Ehpad o EHPA -, alloggi indipendenti, strutture o unità di assistenza a lungo termine – ESLD o USLD)

– la ristrutturazione energetica della vostra abitazione effettuata da un riconosciuto garante dell’ambiente professionale o RGE (mappa qui

Può essere utilizzato fino a marzo dell’anno successivo all’emissione. Per il 2022, quindi, gli aventi diritto hanno tempo fino al 31 marzo 2023 per farne buon uso.

Come usare ?

Non è necessaria alcuna azione per ricevere il voucher energetico. Rifiuta qualsiasi richiesta in questa direzione.

Se vuoi usare questo denaro per pagare la bolletta, puoi usarlo online attraverso il sito chequeenergie.gouv.fr nella sezione “Utilizza il mio assegno online quest’anno”. Inserisci il tuo numero di assegno e i riferimenti del tuo contratto energetico. Puoi automatizzare questo utilizzo per gli anni a venire se sei ancora un beneficiario.

Spedisci l’assegno e una copia della fattura con i riferimenti dei tuoi clienti al tuo fornitore. Puoi farla detrarre automaticamente dalle bollette future spuntando la casella rossa sul tuo assegno energetico.

Infine, puoi consegnarlo di persona al tuo venditore di combustibili, legna, ecc., al responsabile ambientale riconosciuto a cui affidi i tuoi lavori di riqualificazione energetica (come la coibentazione del sottotetto) o al gestore della tua struttura. come parte di un canone.

È possibile convertire il tuo controllo energetico in un controllo di lavoro. Si prega di contattare l’assistenza a: il modulo in linea oppure per telefono allo 0 805 204 805 (numero verde).

Voucher energia: benefici di questo sostegno?

le prime immagini del film sono qui (e non tutto è ugualmente bello)

Laëtitia Provenchère (Famiglie numerose) racconta la difficile scelta dei nomi delle terzine dopo la morte del marito