in

un promettente affare da 1 miliardo di euro per la start-up francese Colonies

Nei suoi cinque anni di esistenza, la start-up francese Colonies non ha mai stretto una partnership così grande. Lo specialista in share house ha annunciato mercoledì 11 maggio di aver ricevuto un fermo impegno dal gestore patrimoniale americano Ares Management a investire fino a 1 miliardo di euro nella costruzione di nuove case in Europa, di cui il giovane germoglio si occuperà degli acquisti, sviluppo e gestione. Obiettivo: poter ospitare 10.000 nuovi inquilini.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti “Coliving”, un nuovo modo di vivere la città

Colonies, fondata nel 2017, ha importato dagli Stati Uniti il ​​concetto di “coliving”, colocation 3.0, con l’idea di fornire un’offerta alternativa quando si cerca un alloggio in aree urbane, soprattutto in tensione: non è necessario moltiplica le visite, tutto si fa online, dove puoi visitare gli alloggi e firmare il tuo contratto di locazione in pochi click.

Tutti gli immobili in offerta – case e appartamenti – sono stati selezionati da Colonies, ristrutturati e arredati dall’azienda per coniugare accoglienti aree comuni e spazi privati, dalle camere singole ai bilocali. Inizialmente rivolto ai giovani lavoratori, Colonies punta anche ad essere una soluzione economica, con un canone mensile in media di 590 euro, comprensivo di spese di gestione (onere, assicurazione, internet) – anche se il prezzo può salire a 1.300 euro al mese per una stanza di 13 m² nel centro della capitale. Dal 2021 l’azienda offre un’offerta più conveniente rivolta a un pubblico più giovane, in particolare studenti, che rappresenta già il 35% della sua offerta.

Nuove prospettive

Colonies è presente a Parigi e nella sua periferia, Tolosa, Marsiglia, Nantes, Bordeaux, Lille, Nantes, Berlino e Bruxelles e rivendica 1.100 inquilini in 180 località sparse. L’azienda ora sta facendo una marcia in più. Tra i progetti avviati (tra cui un edificio in costruzione a Saclay che ospiterà più di 300 inquilini) e i progetti abilitati dall’accordo con il partner statunitense, Colonies aggiungerà circa 20.000 nuovi clienti nei prossimi cinque anni. stesse aree.

Leggi anche Articolo riservato ai nostri iscritti “Creiamo luoghi per vivere e lavorare”: nasce il “coliving”, un nuovo spazio di convivenza

Il patto con Ares Management (325 miliardi di masse gestite) offre nuove prospettive alle giovani PMI. “Storicamente, gli attori istituzionali che cercano di investire in immobili residenziali in Europa sono stati alla ricerca di grandi edifici, non di asset sparsi per le città, come nel caso degli Stati Uniti. Con le nostre tecnologie per l’approvvigionamento delle merci, il nostro know-how, consentiamo loro di distribuire 1 miliardo di euro in pochi anni”spiega Alexandre Martin, CEO e co-fondatore di Colonies.

Hai ancora il 25,66% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Enorme calo dei prezzi per il Samsung Galaxy S21 FE 5G presso Bouygues Telecom

Xbox Everywhere: fino a 3 miliardi di giocatori per Microsoft?