in

Una persona a tempo pieno riceve 1.450 euro? Perché la dichiarazione di Elisabeth Borne non è giusta

Dal 1 maggio il salario minimo è aumentato del 2,65%† Una rivalutazione legata all’inflazione, ma che l’attuale governo continua ad accogliere. Alla vigilia dell’entrata in vigore del presente provvedimento, il Ministro del Lavoro, Elisabetta Borneha dichiarato su Twitter: “Da domani il salario minimo salirà a 1.302,64 euro netti/mese, con un aumento di 72 euro in un anno per tenere conto dell’inflazione† In totale, un dipendente SMIC a tempo pieno riceve oltre € 1.450 netti/mese con il bonus attività. †

Un’analisi tutt’altro che unanime sui social. “Il bonus attività non riguarda tutti i dipendenti e non aumenta tutti gli stipendi di 150 euro, è una bugia”, insiste un utente. Che cos’è veramente? 20 minuti Fai il punto.

FALSA

Prima di iniziare, un piccolo promemoria è d’obbligo:è prevista la rivalutazione automatica dello SMIC dalla legge sul lavoro quando “l’indice dei prezzi al consumo aumenta di oltre il 2%”. Il salario minimo viene quindi aumentato automaticamente e nella stessa proporzione. L’aumento del 1° maggio porta quindi lo SMIC a 1.645,58 euro lordi mensili, ovvero 1.302,64 euro netti. In un anno il salario minimo è stato rivalutato tre volte a causa dell’inflazione, con un aumento del 5,9%, ovvero 72 euro netti in più al mese.

Inoltre, il ministro del Lavoro include nel suo calcolo l’indennità di attività. Secondo lei, chi lavora a tempo pieno e guadagna il salario minimo riceve almeno 150 euro di bonus attività. “Il salario minimo è lo stipendio individuale ed è effettivamente aumentato”, spiega Guillaume Allègre, economista presso l’Osservatorio francese delle condizioni economiche (OFCE). Viceversa, «il bonus attività è uno strumento che viene reso familiare, cioè tiene conto delle risorse della famiglia. L’importo di questo premio dipende quindi da molti fattori: certo lo stipendio, ma anche qualsiasi altro sostegno ricevuto, altre fonti di reddito (terreni, investimenti, ecc.), situazione familiare.

«Questo bonus vale solo per gli aventi diritto, non viene automaticamente corrisposto a tutti sul salario minimo, a tempo pieno», continua lo specialista che prende l’esempio di pochi in particolare: uno ha il salario minimo e non ha altri mezzi se non gli altri ottengono un reddito maggiore. In tal caso, il primo non ha diritto al bonus attività.

Xbox: 7 giochi da guardare a maggio 2022

Zelda Breath of the Wild: Nuove informazioni sul sequel rivelate da un doppiatore, i fan sono in fiamme!