in

Wall Street chiude bruscamente la settimana da incubo

pubblicato venerdì 13 maggio 2022 alle 22:51

La Borsa di New York ha chiuso in forte rialzo venerdì dopo una ripresa tecnica dopo una settimana da incubo poiché gli investitori dubitano che il peggio fosse passato.

Il Dow Jones ha guadagnato l’1,47%, l’indice Nasdaq ha guadagnato il 3,82% e l’indice S&P 500 più ampio del 2,39%.

Per gli analisti di Wells Fargo, Wall Street si è offerta “una pausa sotto forma di rialzo” dopo cinque sessioni negative consecutive del Dow Jones e un’altra interruzione del Nasdaq. Una ripresa tecnica, secondo loro, perché diverse soglie tecniche sono state varcate al ribasso.

“Ne avevamo bisogno, ma potrebbe non essere ancora molto importante”, afferma Gregori Volokhine, presidente di Meeschaert Financial Services. “Ci vorrebbero diverse sessioni di elevazione per dire che il peggio è passato e questo mi sorprenderebbe onestamente”.

“Va anche notato che il rimbalzo non si fa su nessuna notizia”, ​​ha osservato, ma “un po’ di vuoto”.

Nel corso della settimana, il Dow Jones rimane in calo del 2,13%, mentre il Nasdaq scende del 2,79%.

L’atmosfera è stata giocosa venerdì quando l’indice VIX, che misura la volatilità del mercato, è sceso al livello più basso in una settimana.

Con il raggio di sole che bagna Wall Street, gli emarginati del rating erano alla festa, dopo giorni o settimane di servizio al mercato come frustino.

Sono stati cercati Roblox (+15,36%), Rivian (+9,88%), Snap (+8,70%), Netflix (+7,65%) o AMD (+9,26%).

In questo clima di caccia all’affare, anche i pesi massimi del rating sono balzati, in primis Apple (+3,19% a 147,11$), che il giorno prima aveva toccato il livello più basso in otto mesi.

Anche GameStop (+9,85%), Peloton (+16,52%) o Shopify (+13,85%) hanno beneficiato dell’aspirazione.

“Tra le prestazioni più grandi, troviamo + le stesse azioni + azioni (“virali” come GameStop) e le azioni di scarsa qualità”, ha osservato Gregori Volokhine. “Significa che ci sono un bel po’ di cover di + shorts + e non basta ancora per dare il segnale di un vero rimbalzo”.

Oltre agli acquisti low cost, la sessione sarà stata quindi alimentata dalle operazioni di hedging degli operatori speculativi, i quali, dopo aver scommesso nelle ultime settimane sul ribasso dei valori o degli indici (o “shorted”), la scommettono.

La “tecnologia” è stata anche supportata da alcuni buoni risultati, in particolare dallo specialista del pagamento di crediti e-commerce Affirm (+31,43% a $ 23,71), i cui ricavi trimestrali sono stati migliori del previsto e la perdita inferiore al previsto.

Lo specialista di uffici condivisi WeWork (+20,07% a $ 6,76) ha ridotto la perdita nel primo trimestre e gli analisti di Piper Sandler stimano in una nota che il gruppo si stava avvicinando alla redditività.

Un altro inizio, quello della piattaforma di brokeraggio online Robinhood (+24,88% a 10,69 USD), che ha beneficiato dell’annuncio di una partecipazione del 7,6% nell’imprenditore blockchain Sam Bankman-Fried.

Venerdì ha segnato anche un’altra puntata della saga di Twitter, la cui acquisizione è stata “temporaneamente” accantonata da Elon Musk. L’imprenditore dice di voler verificare che gli account falsi rappresentino meno del 5% del totale, come sostiene il gruppo blue bird.

Dopo aver fatto un tuffo nell’e-commerce prima della sua apertura a Wall Street, il titolo è leggermente rimbalzato, ma ha comunque chiuso con un rialzo del 9,67% a $ 40,72, supportato da un nuovo tweet di Elon Musk: “Ancora impegnato in questa acquisizione”.

Twitter ora vale il 25% in meno rispetto al prezzo offerto da Musk, indicando i dubbi di molti investitori sul successo dell’operazione.

Per effetto dei vasi comunicanti, l’azione ha offerto a Tesla, guidata da Elon Musk, un aumento (+5,71% a $769,59). Il titolo aveva perso oltre il 23% nelle ultime sei sessioni.

Nasdaq

Google offre un restyling dell’interfaccia di Android Auto

Aggiornamento sulle modifiche alle raccomandazioni a Parigi: TotalEnergies, Ubisoft – 13/05/2022 alle 14:18