in

A Cannes, la 54a Quinzaine des Réalisateurs, speciale e rivoluzionaria, mette al primo posto le opere prime

Juliette Jouan dentro

Ventitré lungometraggi, buone novità (con nove opere prime), ed eccoci qui! il 54e l’edizione della Quinzaine des Réalisateurs, sezione parallela di Cannes, si svolgerà dal 18 al 27 maggio. Il suo vice generale, Paolo Morettinominato nel 2018, ha presentato martedì 19 aprile la sua ultima selezione, il Consiglio di amministrazione dell’Associazione dei direttori francesi (SRF), eletto nel settembre 2021, dopo aver annunciato la sua volontà di “riconsiderare in profondità” la quindicina, fino “il suo nome, la sua individualità e la sua posizione strategica e militante”† Durante la conferenza stampa, interrogato sul significato di questa imminente riforma, il co-presidente della SRF, Frédéric Farrucci, ha rinviato la spiegazione del testo a data da destinarsi: “Non roviniamo il divertimento di questa bellissima selezione”lui ha risposto. Il nome del nuovo delegato generale potrebbe essere annunciato dopo il Festival di Cannes. Frédéric Farrucci ha inoltre annunciato che quest’anno sarà assegnata la Carrosse d’or – premio speciale della quindicina Kelly Reichardtdirettore di prima mucca (2021), che rivisita i miti fondatori dell’America con grande intuizione politica ed estetica.

Leggi anche: Articolo riservato ai nostri iscritti Cannes: la Quinzaine des Réalisateurs si propone Paolo Moretti. A

I festeggiamenti iniziano come dovrebbero con il film di apertura, Volodall’italiano Pietro Marcelloracconto popolare, musicale e storico, liberamente ispirato al libro Vele scarlatte (1923), di Alexandre Grine. Volocome un cenno al poster di questo 54e modificare, volo blu (“Volo blu”)o una fotografia di Cecilia Paredes, dove la silhouette dell’artista peruviana si fonde in un tessuto celeste stampato con uccelli. Trova l’artista, trova la donna: le registe, appunto, saranno numerose (undici in tutto), con qualche “fantasma” – Mia Hansen-Løve, Alice Winocour – e nuove firme, come l’attrice Charlotte Le Bon, chi i suoi primi “lunghi” segni: Lago Falconeun adattamento del fumetto di Bastien Vives, Una sorella (Casterman, 2017). O, un’altra sorpresa, il romanziere Annie Ernauxclasse 1940, che ha firmato con il figlio David Ernaux, I Super-8 annifilm di montaggio d’archivio di famiglia.

I registi saranno numerosi (undici in tutto), con qualche “ritorno” – Mia Hansen-Løve, Alice Winocour – e nuove firme

Dopo aver partecipato al concorso ufficiale, nel 2021, con Isola BergmanMia Hansen-Løve torna dunque alla Quindicina (dove ha presentato) tutto è perdonato nel 2007), con Buona mattinata Buona mattinata) e il suo cast shock – Léa Seydoux, nel ruolo di una donna che si prende cura del padre malato (Pascal Greggory), così come Melvil Poupaud e Nicole Garcia. Alice Winocour, il cui primo lungometraggio, Agostino (2012), è stato selezionato per la Semaine de la critique, arriva alla Quindicina con Vedere di nuovo ParigiRicordi di Parigi): Virginie Efira interpreta una giornalista americana che si ritrova nella capitale francese al momento di un attacco terroristico… (Benoît Magimel e Grégoire Colin completano il cast).

Hai ancora il 42,32% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Xenoblade Chronicles 3: sorpresa, la data di uscita è nota e prima del previsto!

MARKET POINT-Apertura dolcemente in vista in Europa (aggiornato) – 19/04/2022 alle 08:44