in

Amber Heard: Droghe pesanti, abusi, esaurimenti nervosi… le inquietanti rivelazioni del suo ex assistente

Quando lunedì 11 aprile è iniziato il secondo processo tra Amber Heard e Johnny Deep per diffamazione, il comportamento dell’attrice è stato duramente criticato dal suo ex assistente.

Kate James, che ha lavorato per Amber Heard tra il 2012 e il 2015, non usa mezzi termini in un video testimonial.

Molestie, isteria, mancanza di rispetto… ha moltiplicato le rivelazioni devastanti sul comportamento del suo ex capo.

Interrogato dagli avvocati di Johnny Deppcosì ha evocato diversi episodi con cui ha dovuto fare i conti, disegnando il ritratto di un “capo infernale” raccontato dal Mail giornaliera

sputi, intimidazione: totale mancanza di rispetto

Tra i ricordi condivisi da Kate James, in particolare ha rivelato che l’attrice le avrebbe sputato in faccia. La causa di questo maltrattamento: una richiesta di aumento di stipendio.

“Si è alzata di scatto dalla sedia, ha tenuto il viso a quattro pollici dalla mia e mi ha chiesto come avessi osato chiederle quello stipendio. Sentiva che questo le dava il diritto di sputarmi in faccia”, spiega, aggiungendo che i 50.000 dollari negoziati (circa 46.000 dollari) erano la metà del suo stipendio abituale, osserva il giornale britannico.

Ha raccontato ricordi dolorosi e ha anche fatto riferimento a un esaurimento nervoso dell’attrice. Mentre Kate James ha dovuto raccogliere sistematicamente due copie delle riviste in cui: Ambra ha sentito sembrava conservarli, ha detto che una volta ne aveva una copia in giro. Una goffaggine che ha provocato i capricci nell’attrice. “È diventata assolutamente isterica. Urlando, urlando, imprecando”, ha spiegato Kate James, descrivendo il suo comportamento come “rabbia cieca”.

Un comportamento inappropriato è tutt’altro che raro secondo l’ex assistente, che ha anche parlato delle molestie a cui è stata sottoposta e ha sottolineato che “sms offensivi” sono stati ricevuti “giorno e notte”. “Penso che nel cuore della notte, tra le 2 e le 4 del mattino, la serie sarebbe iniziata. Tutto incoerente. Era solo qualcuno che sceglieva qualcun altro senza una ragione apparente”, ha detto.

Farmaci, droghe, alcol

Ha anche parlato dei sonniferi che Amber Heard ha preso, i cui effetti collaterali hanno causato reazioni compulsive all’attrice. “Era come se qualcuno stesse prendendo una specie di anfetamina. Movimento velocissimo, iperorganizzazione, ipercompiti”, ha detto l’ex assistente prima di tornare alle droghe – funghi, ecstasy e cocaina – che Amber Heard gli avrebbe detto di assumere.

E infine per evocare l’atteggiamento dell’attrice 35enne quando era ubriaca. È “diventata sempre più bellicosa e violenta”, ha spiegato Kate James. Una testimonianza che dipinge un ritratto poco lusinghiero dell’ex moglie di Johnny Depp

Nessun segno di ferita

Interrogato nuovamente dagli avvocati dell’attore 58enne per eventuali segni di ferite, lividi, gonfiori o arrossamenti sul viso di Amber Heard, la sua ex assistente ha anche detto che “no”, da tempo non si vedeva traccia di lividi. .i tre anni che Kate James ha lavorato per lei. Piuttosto, ha interpretato l’attore di “Pirati dei Caraibi” come “pacifico, molto calmo e sempre completamente passivo”.

Un po’ all’inizio della settimana, era una storia diversa raccontata dagli avvocati di Amber Heard. Hanno parlato del “mostro” rappresentato da Johnny Depp una volta che ha assunto droghe e alcol e poi si è lasciato andare a violenze fisiche e psicologiche contro la sua ex moglie. La guerra tra i due ex amanti sembra tutt’altro che finita.

Logitech presenta Lift, un nuovo mouse wireless verticale dal design ergonomico

Niente più piquette a Bordeaux!