in

“Apollo 10 1/2”, Un’altra storia della conquista spaziale americana su Netflix

È un rilascio che è passato relativamente inosservato. Il film d’animazione è disponibile dall’inizio di questo mese di aprile Apollo 10 1/2 : i razzi della mia giovinezza regia di Richard Linklater (fanciullezza) è disponibile su Netflix. E sarebbe un peccato privarsene.

La storia è ambientata nella periferia di Houston, in Texas, a poche miglia dal centro spaziale della NASA. Il più giovane di sei fratelli, Stanley ricorda la sua gioiosa infanzia nell’America consumista. gli anni sessanta Nessuna rivolta o hippy contro il Vietnam, “per i ragazzi di periferia, tutto questo è successo in televisione” dice la voce fuori campo, ma entrare, prati curati e gelaterie.

Una città che in quegli anni si caratterizzava per la corsa alle stelle. Stanley nasce a Houston nel 1960, come regista Richard Linklater, sogna di diventare un astronauta. Suo padre lavora alla NASA dove gestisce il reparto logistico, cosa che porta il figlio alla disperazione: “Non potrebbe essere più lontano dagli astronauti”si rammarica Stanley. “Tesoro, non tutti possono essere astronauti”sua madre protesta.

Nella periferia meridionale di Houston, gli exploit della NASA sono onnipresenti: gli scolari guardano i video dei lanci di razzi in classe, gli aerei supersonici volano nel cielo a piena velocità. “La conquista dello spazio ha invaso la nostra cultura, l’abbiamo trovata ovunque”ricorda Stanley da adulto.

Il film dà un posto di rilievo alla fantasia sfrenata del bambino che diventa un astronauta nei suoi sogni. Immagina di essere selezionato da due agenti della NASA, grazie ai suoi ottimi risultati in matematica e fisica, per testare un prototipo di veicolo per lo sbarco sulla luna troppo piccolo per essere pilotato da un astronauta adulto. Questa è la missione Apollo 10 1/2.

Richard Linklater, in linea con Generazione Ribelle e fanciullezza, conferma il suo talento nel guardare all’altezza di un bambino.

Un'immagine dal film d'animazione

Una bella favola intervallata, a volte troppo lunga, dai ricordi del narratore di dettagli di vita quotidiana durante il gli anni sessanta† Ad esempio, apprendiamo che la società non aveva lo stesso rapporto di rischio: le famiglie guidavano in autostrada a 110 km/h con bambini senza cinture di sicurezza nel retro dell’auto. Raccogliere. Il il progresso della scienza era allora una priorità: “Siamo stati l’ultima di due generazioni di bambini a seguire felici i camion che distribuivano DDT repellente per zanzare”

L’animazione, di grande bellezza, dona un fascino folle al film di questo autore. Il mix di 2D tradizionale e cattura del movimento tecnica per catturare le posizioni e le rotazioni di oggetti o membri di esseri viventi al fine di riprodurli sullo schermo) è un successo, culminato nei primi passi sulla luna della vera missione Apollo 11.

Apollo 10 1/2i razzi della mia giovinezza è disponibile sulla piattaforma di streaming Netflix. Costoso 1h38.

Elden Ring: Spiegazione dei 6 finali

Aviazione: perché Safran Helicopter Engines sta reclutando vendicativamente