in

Cantante e “regina della notte”, Régine è morta

La cantante francese Régine si esibisce il 19 marzo 1991 nella sala concerti Olympia di Parigi.

Régine, imprenditrice, cantante e attrice, colei che aveva battezzato Françoise Sagan “la regina nera delle nostre notti insonni” è morta domenica 1 maggio, all’età di 92 anni, ha annunciato sua nipote, Daphné Rotcajg all’Agence France-Presse. “Régine ci ha lasciato pacificamente alle 11 del 1 maggio.” nella regione di Parigi, ha detto la signora Rotcajg.

Il suo vero nome Régina Zylberberg, Régine è nata il 26 dicembre 1929 ad Anderlecht, in Belgio, da genitori ebrei polacchi. Aveva 3 anni quando suo padre, un accanito giocatore d’azzardo, perse la panetteria di famiglia a poker. Successivamente, l’intera famiglia lasciò il Belgio per stabilirsi a Parigi. Dopo la guerra, suo padre aprì un caffè, La Lumière de Belleville. Si è fatta le ossa lì servendo i clienti al bancone. Nel 1952 gestiva il bar di un locale alla moda, Le Whisky à Gogo, dove armeggiava con il jukebox per suonare musica dance. Françoise Sagan stabilì lì il suo quartier generale e decise di rilasciare le sue interviste lì. Nel 1956, Régine iniziò la propria attività e aprì la sua discoteca, Chez Régine, rue du Four, nel cuore di Saint-Germain-des-Prés. Il successo è immediato.

All’inizio degli anni ’60, aprì Le New Jimmy’s nel quartiere di Montparnasse e fece muovere tutta Parigi trasmettendo successi da tutti gli Stati Uniti. Pertanto, contribuisce al successo di nuove danze come il twist o il cha-cha-cha. Régine accoglie coloro che non sono ancora stati chiamati persone ma stelle, letterati, comici e altri ricchi nottambuli.

Nacque così la “regina della notte”. Il suo impero si estenderà in ventitré club in tutto il mondo. Nel 1987 Régine ha fornito Mondo il suo amore per quel particolare momento della notte in cui “Le persone sono più vulnerabili, più aperte alle emozioni, all’amicizia. La maschera aziendale non è più sulla loro faccia. Non devono più combattere per difendere ciò che vendono. La fedeltà ai luoghi è importante. Le mie discoteche per me, è un po’ come la casa in cui torniamo dopo aver pizzicato il sedere in un posto un po’ squallido, è il ritorno a casa”.

“Non un cantante da bagno”

Nel 1992 ha rilevato uno dei templi della vita notturna parigina, il Palace. Ma dopo diverse controversie legali legate all’uso di droghe, il leggendario club ha chiuso i battenti nel 1996. Ed è stato nel 2003 che Régine ha detto addio al mondo della notte vendendo tutti i suoi locali, ma è rimasta la proprietaria del suo marchio.

“Non sono un cantante da bagno, ho bisogno delle luci, del palco, è tutto ciò che mi piace, sono un esibizionista. †

Hai ancora il 46,2% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.

Amazon Prime Gaming: svelati i 6 giochi gratuiti di maggio 2022, con un altro titolo di Electronic Arts

Régine, cantante popolare e regina della notte, è morta all’età di 92 anni