in

Caso Richard Berry: condannata per diffamazione la figlia Coline, dovrà pagare una grossa multa

Il caso fa notizia da mesi. Nel gennaio 2021, Coline Berry ha sporto denuncia presso il Pubblico Ministero di Parigi contro il padre Richard Berry e contro la sua ex suocera Jeane Manson, in particolare per essere “costretto a dedicarsi a giochi sessuali“Quando era bambina. È appena stato emesso un primo verdetto, e non a suo favore. Giovedì 14 aprile 2022 la denunciante è stata infatti condannata dal tribunale di Aurillac per diffamazione”.

Secondo le informazioni dell’Afp, Coline Berry-Rojtman dovrà pagare una multa di 2mila euro per l’articolo apparso sul giornale. Il mondo il 14 febbraio 2021, in cui parlava delle violenze sessuali che avrebbe subito da minorenne, nel 1984 e nel 1985. Ma anche per il suo intervento nel programma Il live BFM, in onda sul canale omonimo, in cui affermava che Jeane Manson faceva parte della setta Figli di Dio. Coline Berry deve anche pagare 20.000 euro di danni all’ex cantante, oltre a 5.000 euro di spese legali.

Genitori, molestatori e conoscenti hanno davanti a sé un brillante futuro

Coline Berry aveva trovato molti sostenitori in tutto il paese dopo aver reso pubblico il caso, in particolare sua zia Josiane Balasko e sua cugina Marilou Berry. Questa condanna è un reato molto grave per Karine Shebabo, il suo avvocato dall’inizio del procedimento. †Il mio cliente è scioccato, i genitori, gli abusatori e i conoscenti hanno un brillante futuro davanti a loroha detto all’AFP. È una decisione scioccante, di grande violenza e di cattivo segnale per i bambiniL’indagine sui fatti presentati da Coline Berry alla procura di Parigi è tuttora in corso Riccardo Berry e Jeane Manson smentisce tutto in blocco, da mesi la figlia dell’attore ha annunciato che presenterà ricorso contro questo verdetto.

Il colpo che Coline Berry ha ricevuto dalla moglie di suo padre

In ogni caso, il caso è tutt’altro che chiuso, come ricorda giustamente il giornalista di BFMTV Vincent Vantighem, questo giovedì 14 aprile. In un tweet in diretta, specifica che la categorizzazione di “violenza” sarebbe stata aggravata se fossero state intentate contro una causa civile o un testimone, ma Coline Berry è stata poi avvertita durante questo processo. Riferisce che la procura di Aurillac ha aperto un’indagine per “violenza aggravata”. il colpo ricevuto da Coline Berry da Pascale Louange, moglie di Richard Berry, durante l’udienza. La sentenza pronunciata questo giovedì ad Aurillac sarà quindi esaminata da una corte d’appello.

Formula 1 | La FIA difende il ritmo della safety car F1 dopo le critiche

Masters 1000 Monte-Carlo (ottavi di finale): Alexander Zverev ha dominato Pablo Carreño Busta per scivolare ai quarti