in

Chiusura del gioco “SUTOM”: France Télévisions smette di perseguire il creatore di un nuovo “Motus” online

Riuscirà “SUTOM” a sfuggire alla palla nera? Dall’inizio dell’anno, due anni dopo l’interruzione della versione televisiva, sui social stanno tornando a sbocciare le scatole rosse e gialle di “Motus”. Una parola al giorno da trovare, la stessa per tutti gli internauti, come “Mastermind”. Dietro questo ritorno non ci sono né France Télévisions né Thierry Beccaro. Ma un fan, Jonathan, sta navigando sul fenomeno nato negli Stati Uniti qualche giorno prima. Due mesi dopo, più di 250.000 visitatori visitano il sito ogni giorno. Ma questo giovedì, sorpresa: il creatore annuncia la chiusura da venerdì 25 marzo. In questione: una lettera di avvocati inviata da France Télévisions, titolare del nome dello spettacolo, in cui gli ordinava di cambiare nome.

“Non mi hanno mai chiesto di fermare il gioco, solo di cambiare il nome”, ha detto Jonathan, che non sta realizzando un profitto dal gioco, in una serie di post su Twitter giovedì mattina. Ho chiesto se fosse possibile discutere e raggiungere un accordo, ma hanno rifiutato, il che mi rattrista. (…) Per evitare problemi legali in futuro, preferisco interrompere il gioco. È stata una grande esperienza per me e spero che vi siate divertiti tanto a suonarlo quanto a svilupparlo. “Post condivisi migliaia di volte sui social, da persone anonime, ma anche da giornalisti e personaggi pubblici.

Tuttavia, secondo le nostre informazioni, di fronte al pendolo, il gruppo audiovisivo ha deciso di tornare indietro. “Lo contatteremo di nuovo e cercheremo di raggiungere un accordo con lui”, ha detto un funzionario del governo. Resta da vedere se SUOM può sopravvivere a questo. “Il format non è di proprietà di France Télévisions, quindi può continuare a utilizzare il nome se troviamo un accordo”, aggiungiamo nei corridoi dell’azienda.

Negli Stati Uniti, l’equivalente del gioco ha riacquistato $ 5 milioni

Jonathan, il creatore di SUTOM, si è messo in contatto questo giovedì mattina e non ha risposto alle nostre richieste. Ma ha detto al sito numeroma preparare la fine, senza essere a conoscenza della decisione di France Televisions di rinunciare alle sue continuazioni. “L’ho fatto inizialmente per piacere personale e il fatto che ha funzionato è un vantaggio”, ha detto. E poi, non volevo necessariamente mettere soldi in un avvocato. †

Negli Stati Uniti, il revival online di “Motus”, chiamato “Wordle”, ha avuto un destino diverso. Di fronte al successo, il New York Times ha messo le mani sul sito. Una transazione del valore di poco meno di 5 milioni di dollari. Inoltre, il canale americano CBS ha deciso undici anni dopo lo spegnimento di lavorare al ritorno della versione televisiva all’antenna, con la drag queen RuPaul nell’animazione.

Victor Wembanyama ricorda bei ricordi degli scout NBA

per la prima volta quest’anno i prezzi scendono alla pompa!