in

Delphine Wespiser affrontata dagli editorialisti del TPMP (VIDEO)

Parole che hanno fatto scalpore. Ieri, mercoledì 13 aprile, Delphine Wespiser ha annunciato la sua intenzione di votare al 2° turno delle presidenziali del 2022. Durante un dibattito contro Yassine Belattar in “Touche pas à mon poste”, l’ex Miss France 2012 ha confermato la sua scelta di non volere di rivivere cinque anni sotto il governo di Emmanuel Macron e ha spiegato perché Marine Le Pen potrebbe essere un’alternativa credibile a suo avviso. †Vedi quando la guardi, quando la ascolti, lei offre qualcosa di diverso, ha lavorato, ha una specie di benevolenza. Oggi le persone hanno il diritto di votare per chiunque non sia Emmanuel Macron, che ha avuto la sua giornata. Aveva cinque anni per mostrarci cosa sapeva fare. Oggi, all’uscita, il risultato è che più del 60% dei francesi non vuole rinnovarsi eppure la gente non osa perché ci sono persone come te che dicono ‘soprattutto non di estrema destra’. Non è il Front National, è il National Rally“, lei ha pensato.

L’editorialista ha aggiunto:Vorrei avere un presidente, vorrei avere una madre dei francesi, che unisca le persone, che protegga, con la sensibilità di una donna. Sappiamo benissimo che gli uomini parlano molto e non sempre fanno le cose, una donna è una madre che fa le cose. Questa posizione è stata ampiamente commentata sui social network e Delphine Wespiser è tornata ai suoi commenti su TPMP giovedì 14 aprile. In particolare, altri editorialisti gli hanno raccontato cosa li ha sconvolti in questa affermazione. Questo è soprattutto il caso di Clément Garin, che ha dato una vivace esposizione. “Quello che mi ha scioccato nelle parole di Delphine non è che lei voti per Marine Le Pen, fa quello che vuole. Quello che mi infastidisce è che vuole che Marine Le Pen Pen sia la ‘madre dei francesi’. non io. Nel 2011 lei è stata fotografata con due neonazisti, nel 2014 è stata fotografata con il portavoce di un piccolo gruppo di antimigranti che portavano il tatuaggio nazista, nel 2019 è stata fotografata in Estonia con un militante razzista e ne ha fatto gesto suprematista, io don Non voglio che questa donna diventi la madre dei francesi”ha sostenuto.

Un argomento che non piaceva a Delphine Wespiser. †Clément, se vuoi uscirne con le spalle’, magari su di te, ne abbiamo uno anche noi”, lei ha affermato. Cosa provoca un alterco con il suo compagno. †Perché le minacce? Abbiamo il diritto di dissentire senza minacciare direttamente? Vuoi cancellare file da me, sto ascoltando…’, rispose Clemente Garin. Infastidito dal diluvio di critiche, il 30enne alsaziano ha concluso: “Se non abbiamo il diritto di provare qualcosa di diverso da Macron, non abbiamo elezioni e poi lo lasciamo a vita… Ma se mi viene offerta un’altra scelta perché sono rimasto deluso, prendo il altra scelta.

LT

Test Xiaomi 12: dimensioni ridotte, autonomia ridotta

Elden Ring: 200.000 rune ogni 2 minuti senza combattere o AFK, è possibile, ecco come