in

Domani è nostro: cosa vi aspetta nella puntata 1149 di giovedì 24 marzo 2022 [SPOILERS] – Serie di notizie in TV

Nella prossima puntata di “Il domani è per noi”… Mentre un passante fa una macabra scoperta, Victoire e Samuel fanno di tutto per non cedere alla tentazione. Allo stesso tempo, Maud fa un annuncio a sua madre.

Tieni presente che i paragrafi seguenti contengono spoiler sull’episodio di Tomorrow Is Ours Tomorrow Night su TF1! Se non vuoi sapere nulla, non leggere oltre!

Giovedì 24 marzo a Morgen è nostro…

UN PASSAGGIO FA UNA SCOPERTA MACABRA

Grazie alla chiamata dei testimoni, la polizia è riuscita a localizzare la stanza d’albergo dove alloggia Léa Courcelles. Damien e Karim vengono inviati sulla scena e perquisiscono la proprietà da cima a fondo. Mentre Damien recupera lo spazzolino da denti della giovane donna per prelevare un campione di DNA e cercare di identificarla, Karim trova dei proiettili nascosti in un paio di stivali.

Anna, dal canto suo, ha sentito che suo figlio era stressato a causa di Léa Courcelles e va inaspettatamente a casa sua per sentirlo. Quando Bart dice che è solo preoccupato per Mathilde e Louise, Anna sa che sta succedendo qualcos’altro. Solo, Bart perde la pazienza a causa delle ripetute domande di sua madre. Dopo essersi scusato con lei, le fa credere di aver visto Flore questo fine settimana e che per lui è stato molto difficile vederla in queste condizioni.

Nel frattempo, François e Charlie trascorrono del tempo da soli in riva al mare e, poco dopo, l’insegnante di francese riceve una notifica sul cellulare della chiamata del testimone che è stata aggiornata dalla polizia. Dopo aver visto la foto, riconosce immediatamente il giornalista che lo ha intervistato sull’incendio. Senza aspettare, François conclude il loro incontro e si reca alla stazione di polizia per dare la sua testimonianza.

Dopo aver fatto la sua dichiarazione, Sara va a scuola per interrogare Olivier, il quale conferma che Léa è venuta a chiedergli dell’incendio. E per aggiungere che ha visto un tatuaggio che gli spuntava dalla manica sinistra.

Successivamente, Sara e Karim continuano a condurre le indagini e alla fine si interessano all’incendio di Agnès Varda. Si rivolgono quindi al signor Delin, un vigile del fuoco intervenuto la notte della tragedia.

Il 27 ottobre 2019, in piena notte, sono stati chiamati i vigili del fuoco per un incendio scoppiato in una parte della struttura in costruzione. A prima vista, la scuola era vuota. Le indagini si erano anche concluse con un incendio accidentale. Poiché c’era un problema con la rete elettrica, non poteva essere punito secondo il signor Delin. Quando Sara gli mostra la foto di Léa, lui non la ricorda più e non riesce a capire perché stia indagando su un incidente in cui non ci sono state vittime tranne lui.

Infatti, all’arrivo sul posto, l’incendio era già notevole e parte del telaio è caduto su di esso. Si è poi ritrovato intrappolato tra le fiamme, ustionato su entrambe le braccia e metà del viso. Quella notte, tutta la sua vita si fermò perché lo aveva derubato del suo sogno di rimanere un vigile del fuoco.

Non lontano da lì, Louise riferisce a Bart la conversazione che ha sentito tra due agenti di polizia. Secondo loro, Léa Courcelles sta cercando informazioni su un incendio avvenuto ad Agnès Varda. Quando Louise chiede se Karim le ha detto delle indagini in corso, Bart perde la pazienza. Louise poi fa notare che non sopporta nulla ora.

Al calar della notte, un uomo getta dei bidoni della spazzatura nel cassonetto del suo edificio quando scopre il corpo senza vita di Léa.

VICTOIRE E SAMUEL FANNO QUALCOSA PER NON CEDERE ALLA SEDUZIONE

Da quando ha baciato Victoire, Samuel non ha smesso di pensare a lei così tanto da fare sogni erotici. Quindi, per placare il suo entusiasmo, prende un appuntamento con William per andare a fare jogging.

Determinati ad affrontare la loro sfida, Samuel e Victoire sanno che l’unico modo per raggiungerla è non incrociarsi. Quindi chiedono a Marianne di cambiare i loro orari delle chiamate. Tuttavia, non si lascerà ingannare e ha pienamente compreso che questa richiesta è legata alla loro sfida. Sebbene sia consapevole che per loro è difficile, la dottoressa Delcourt non ha intenzione di cambiare gli orari.

Per controllare i loro impulsi, Victoire e Samuel si rivolgono a Bénédicte che insegna loro la tecnica del tantra. Pur insistendo sul fatto che devono assolutamente resistere alla tentazione, Samuel si rende conto che ha scommesso su di loro. Bénédicte confessa loro che l’intero ospedale è sulla scena.

MAUD FA UN ANNUNCIO A SUA MADRE

Maud annuncia a sua madre che è stata assunta per suonare in un’orchestra per due mesi. Tuttavia, il suo stage si svolge a Tolosa e le prove iniziano lunedì. Mentre Raphaëlle è preoccupata per gli studi di sua figlia, ha già organizzato tutto. L’adolescente ha infatti intenzione di trasferirsi dal padre per frequentare le lezioni e tornare a Sète nei fine settimana e durante le vacanze scolastiche. Raphaëlle, ferita per essere l’ultima a saperlo, chiama Xavier e lo incolpa per non averle parlato dei piani della figlia.

Più tardi, Raphaëlle riceve la visita di Stanislas nel suo ufficio, che viene a farle un preventivo per il suo scooter elettrico. Quando nota il suo visino, la invita a fare una passeggiata per distrarla dalla mente. Ciò che lei accetta.

Durante la loro passeggiata, Raphaëlle ci confida che la figlia più piccola ha deciso di vivere con il padre. Un fallimento per l’avvocato che ha l’impressione che la sua famiglia non si fidi di lei. Per cambiare argomento, Raphaëlle interroga Stanislas sulla sua vita. Racconta poi di essere uno skipper e che questo lavoro gli è costato molto da quando il suo ex lo ha lasciato per assenza. Una pausa difficile da cui sta appena iniziando a riprendersi. Tuttavia, Stanislas non è ancora pronto per incontrare nessuno. Prima di partire per il suo appuntamento, dice a Raphaëlle che era molto felice di conoscerla meglio.

A casa, Raphaëlle trascorre del tempo con le sue due figlie.

Un iPhone di qualità economica? Ciao ciao !

Tolosa: per l’immobiliare, il tempo dell’incertezza dopo il rilancio dopo il Covid