in

Gilles Bouleau reagisce all’affare Patrick Poivre d’Arvor

Il presentatore di TF1 ha risposto alle domande di Laurent Ruquier in “We are live” questo sabato sera. Una delle donne che hanno accusato PPDA ha criticato il presentatore su Twitter per il suo “flemmatismo”.

“Complément d’Enquête” ha creato l’evento giovedì sera proponendo un’indagine dedicata alla PPDA. Seguirono 1,73 milioni di telespettatori, cos’è un record† Il magazine prodotto da Romain Verney torna sulle numerose accuse di violenza sessuale che gravano sulla conduttrice. E ha lavorato per mostrare come ha creato un file . era diventato “intoccabile” su TF1, per usare il termine di Michèle Cotta.

LEGGI ANCHE – Caso PPDA: una nuova denuncia per stupro presentata da una donna che sta testando in “indagini aggiuntive”

In “We are live” questo sabato sera, Laurent Ruquier ha intervistato il presentatore Gilles Bouleau, che è entrato a far parte di TF1 nel 1986. Reporter chiave per la stazione nel 1994, lavoratore mattutino tra il 1996 e il 1999, è diventato corrispondente a Londra e poi a Washington, tornando a Parigi nel 2011 e presto assumendo il comando alle 20:00. “Questo caso mette in imbarazzo TF1?”chiede Ruquier.

A differenza del regista di “Complément d’Enquête”, chi pensa che l’emittente non abbia ancora fatto il suo “media culpa”il moderatore del dibattito tra le tornate ritiene: “Non credo. È passato molto tempo, i protagonisti da allora non ci sono più”. Gilles Bouleau si riferisce senza dubbio a Étienne Mougeotte, ex numero due morto lo scorso ottobre, a Patrick Le Lay, ex CEO morto nel marzo 2020, o a Robert Namias, ex direttore dell’informazione che ha lasciato il canale nel 2008.

Un’altra denuncia per stupro

“Bmolte persone che erano in redazione come me non lo sapevanocontinua il giornalista 59enne† Non ho motivo di mentire, non ho particolare ostilità o protezione da offrirgli. In “Complément d’Enquête” un segretario conferma come in “ventisette anni”non ha mai visto niente “anormale”† Tuttavia, alcuni erano preoccupati come questo direttore dell’Istituto Pratico di Giornalismo che, dagli anni ’80, ha preferito non inviare stagisti al PPDA.

All’indomani dello show, Cécile Delarue, una delle donne che ha accusato l’ex star di TF1, ha criticato Gilles Bouleau su Twitter per il suo “melma” “Non lo sapevo nemmeno io. Sapevo che stava perseguitando, tutti lo sapevano e pensavano che fosse normale, ma non sapevo che stesse violentando. (….) No, non è passato e sì, lì è necessaria un’indagine interna I “non sapevo”, “è nel passato”, hanno un sapore di deja vu piuttosto disgustoso.

mercoledì 27 aprile una nuova denuncia per stupro è stata presentata da una donna di 24 anni al momento dell’incidente“Oggiriassume l’associazione #MeTooMédias, 26 donne hanno contattato le autorità e 16 denunce sono state presentate contro Patrick Poivre d’Arvor, di cui sette per “stupro”. La PPDA ha presentato una seconda denuncia per “denuncia diffamatoria” contro le donne che avevano sporto denuncia contro di lui nel 2021 nell’ambito di una prima indagine.

» Segui tutte le notizie da Rivista televisiva sicuro Facebook e Twitter

Infine, il nucleare non è la soluzione migliore per le colonie su Marte

Giornate francesi: Rue du Commerce sconvolge la concorrenza facendo oscillare le sue promozioni in anticipo, ecco le migliori