in

“Ho paura di non riuscire più a controllare le mie emozioni”

Niente sembra resistergli: Kristoferun candidato belga di 24 anni, è appena entrato a far parte del club dei dieci più grandi vincitori di Non dimenticare il testo† Lunedì prossimo, 18 aprile, il Maestro, che ormai ha la garanzia di partecipare al prossimi Maestriè infatti riuscita a raccogliere una cifra sufficiente per entrare nella Top 10. Raccogliendo 244.000 euro, raccolti in 26 vittorie, supera anche lui violinoex n. 1 nel gioco di Francia 2. Il partecipante affida ancora una volta la sua reazione Tempo senza tele

Tempo senza tele: Sei appena entrato nella Top 10, qual è la tua reazione?

Kristofer: Dopo quello spettacolo, ho pianto amaramente per almeno cinque minuti. Non riuscivo a rimettermi in sesto. Sono sicuro che andrò al prossimo spettacolo. Mi tolgo il cappello ai grandi maestri come Margauxrenaud e come jennifer che si sono avvicinati o superati le 60 vittorie. I programmi si susseguono durante le riprese e usciamo come se nulla fosse. Le emozioni sono sempre molto forti e faccio fatica a riprendermi. Non so se riuscirò a rimettermi in gioco, mi sento così emozionato che temo che mi impedirà di andare avanti. Non riesco più a concentrarmi e pensare. Con la fatica, ho paura di non controllare più le mie emozioni. Non riesco a superarlo io ha superato Violaine† Questa donna è così forte, l’ho vista e giudicata in TV così tante volte. Non capisco affatto cosa sta succedendo.

Ti senti come se avessi preso dei rischi negli spettacoli passati?

Sì, ci sono canzoni che ho rischiato anche senza le iniziali (il jolly disponibile nel finale, ndr),,Ho provato i 20.000 euro. In altre finali mi do la colpa a me stesso, perché non necessariamente osavo. È sempre un misto di “Vado o non vado”. Non posso mai dire a me stesso di fidarmi di me stesso.

Supera Margaux e diventare il numero 1, è questo il tuo obiettivo?

No, non credo che lo farò. Non sono abbastanza efficiente nella mia finale, lei era più efficiente di me. Non è il mio obiettivo: Margaux è incredibilmente forte. È già enorme essere arrivati ​​a questo stadio. Non so come facesse i suoi spettacoli. Questo è pazzesco. La parte più difficile è tornarci con così tanto profitto. So che oggi la mia vita cambierà. Mio padre piange spesso alla fine delle riprese. I miei genitori sono così orgogliosi di me. Mio padre non è apparso tra il pubblico, ma è rimasto al ricevimento con mia sorella per guardare le registrazioni.

Foot PSG – PSG: Kylian Mbappé al Real, svelati due grandi indizi

Jordan Poole e Stephen Curry, i “gemelli Splash”