in

Hugo Clément sfida Rayane Bensetti filmandosi con un orso in gabbia – L’attore risponde al giornalista: “Calmiamoci!” – VIDEO

Hugo Clément è molto arrabbiato con Ryane Bensetti e lo fa sapere! Il giornalista, noto per la sua campagna per la protezione degli animali, ha fatto un grande sfogo sui social quando ha scoperto le immagini dell’attore con un orso.

Su Instagram, quest’ultimo ha infatti postato un video in story in cui nutre con la bocca un plantigrado in gabbia. Hugo Clément lo ha quindi sfidato, denunciandolo: “Caro Rayane Bensetti, questo orso che ti dà da mangiare un marshmallow passa la vita confinato in piccoli spazi ed essere costretto a eseguire ‘numeri’ innaturali per divertire il pubblico”.
Prima di aggiungere “Per favore, non farti coinvolgere in questo e non lasciare che i tuoi iscritti pensino che sia normale”.

Un messaggio a cui Ryane Bensetti ha risposto in un video su Instagram. In primo luogo ha detto: “Sto facendo questo piccolo video per rispondere ai messaggi che ho ricevuto sull’orso. Va bene, calmiamoci! A sentirti, sembra che mi chiamo Van Pelt, che sono in Kenya dove vado a caccia del leone e lo metto come trofeo in soggiorno stiamo girando un film è il cinema dove lasciamo scappare un orso da un circo da qui la gabbia e il guinzaglio puoi immaginare ci sono degli extra quindi è ancora sempre più pericoloso”.

E per aggiungere: “L’orso spara solo 45 minuti al giorno. Ha tre giorni di riprese in tre mesi”.

“Le persone che mi conoscono sanno molto bene quanto amo gli animali e quanto sono contrario alla crudeltà verso gli animali… consapevolmente e senza fare domande”, ha continuato.

Di fronte a questo intervento, Hugo Clément ha deciso di rispondere:

“Purtroppo Valentin è molto conosciuto tra le associazioni di protezione degli animali. È un orso sfruttato dal suo allenatore per l’intrattenimento, che trascorre gran parte della sua vita sulla strada, in spazi ristretti. Filma una staccionata con erba per “dimostrare” che un selvaggio animale è “trattato bene” sta ignorando gli innumerevoli studi scientifici che mostrano la sofferenza fisica e psicologica degli animali confinati in spazi che non corrispondono al loro habitat naturale. In natura, un orso vaga libero nella foresta per decine o addirittura centinaia di chilometri. “

E per continuare: “Rayane Bensetti pensa che io sia ‘informato male’, ma purtroppo siamo molto ben informati su Valentin… Gli animali selvatici non sono giocattoli”.

Calcio. Nazionale: la Ligue 2 si trasferisce per l’americano Concarneau

perché la bassa capitalizzazione di mercato sta mettendo sotto pressione Luca de Meo