in

Iris Knobloch eletta a capo del Festival di Cannes

Sostituirà Pierre Lescure il 1° luglio dopo l’edizione 2022 del festival.

Dal 1° luglio, Pierre Lescure cederà la carica di presidente del festival di Cannes a Iris Knobloch per un mandato di 3 anni. Il consiglio di amministrazione del festival si è riunito oggi per eleggere, con 18 voti contro 6, 3 bianchi e una parità, questo ex presidente della Warner Bros France fino al 2020.

Ma prima dell’inizio di queste elezioni, il consiglio di amministrazione di 28 membri ha avuto alcune discussioni. Alcuni membri hanno criticato il Ministero della Cultura per non aver avviato una consultazione a monte per vedere se potevano venire altri candidati. Un primo voto, tuttavia, ha ratificato la questione di un’elezione immediata, con Iris Knobloch come unica candidata a far parte del consiglio. Non si è presentata Véronique Cayla, ex presidente del CNC e di Arte.

Problemi di conflitto di interessi

Ma poi la delicata questione dei problemi dei possibili conflitti di interesse di Iris Knobloch è stata posta a capo di questa istituzione dal SACD, l’associazione per la gestione dei diritti d’autore. Iris Knobloch, infatti, insieme a Mathieu Pigasse e Artemis, la holding della famiglia Pinault, ha lanciato una SPAC denominata I2PO con l’obiettivo di investire in attività di intrattenimento e tempo libero. A causa della sua posizione all’interno di I2PO, Iris Knobloch potrebbe avere un conflitto di interessi perché da un lato il gruppo di lusso Kering, di proprietà della famiglia Pinault, sponsorizza il festival e dall’altro perché è probabile che la SPAC investirà in audiovisivi e film società di produzione.

In merito a tale questione di conflitto di interessi, alcuni dei 16 professionisti (produttori, distributori, espositori) presenti nel consiglio di amministrazione hanno riconosciuto che qualsiasi professionista potrebbe essere potenzialmente in conflitto. Si è quindi deciso di inserire le norme sul conflitto di interessi negli statuti del Festival di Cannes.

Ma prima di essere eletta, Iris Knobloch ha dovuto accettare di ritirarsi da qualsiasi decisione del consiglio di amministrazione del festival in merito a Kering. Inoltre, si è impegnata a che I2PO non investirà in aree legate alla produzione audiovisiva e cinematografica.


VEDI ANCHE – “Ero estremamente stressato”: Vincent Lacoste e Benjamin Voisin reagiscono dopo il loro César per “Illusions Perdues”

Italia e Portogallo in pericolo, grande tensione in Africa… Cosa c’è da sapere sulla qualificazione ai Mondiali 2022

Vladimir Putin: 5 cose da sapere sulla sua ragazza Alina Kabaeva