in

Jean-Luc Reichmann si è commosso fino alle lacrime: un bel ricordo del suo defunto padre rivelato in Les 12 Coups

Ogni giorno, Jean-Luc Reichmann è al comando di una nuova canzone del game show Gli spari di mezzogiorno, su TF1. I candidati si succedono nella speranza di diventare il Midday Master e di battere così i record. Quella attuale è nelle mani di Bruno che ha 252 azioni allo sportello e 1.026.107 euro di utile. La conduttrice 61enne non esita a cucinare i partecipanti in modo tale che raccontino la loro vita privata. Ma questo venerdì, 15 aprile 2022, è stato lui a voler parlare di un argomento doloroso.

Durante la trasmissione, i candidati al concorso hanno avuto l’opportunità di rispondere a una domanda su Michel Fugain. †Quale canzone appartiene al repertorio di Michel Fugain?”, chiese Jean-Luc Reichmann. Ognuno ha avuto la scelta tra diverse proposte e ha selezionato un certo Margaux Una bella storia. “Quindi la bella storia, la voglio scrivere ora, perché è una persona dal cuore straordinario. Ho avuto il piacere di incontrarlo più volte nella mia vita. Oggi ci fa un regalo. Quello di essere presente sul set di 12 ore di riprese† È un compositore geniale. Tutti canticchiano le loro canzoni. Signore e signori, è un essere a me molto caro chiamato Michel Fugain”, ha lanciato la compagna di Nathalie Lecoultre prima di accogliere sul set la cantante 79enne.

Dopo averlo salutato e qualche parola daUna bella storiaJean-Luc Reichmann voleva fare toccanti segreti su suo padre Pierre, morto all’età di 83 anni settembre 2016”.Sai che sarai nel mio cuore per sempre. Lo dirò così, mi libererò di questa grande emozione“, iniziò. E commosso tornò a un ricordo che rimarrà impresso nella sua memoria per sempre. “L’ultimo concerto che ha visto mio padre eri tu† Ricorda quel giorno che eravamo nel mezzo con mamma e papà. E papà ha cantato per l’ultima volta† Quindi volevo dirti che ti amoha detto con singhiozzando nella voce† Commosso, Michel Fugain lo ringraziò per questa bella dichiarazione di amicizia.

Questa non è la prima volta che Jean-Luc Reichmann menziona il suo amorevole padre. È stato anche ritirato nel 2017 50 minuti dentro per condividere il suo dolore. †È stata molto, molto dura, ma c’è un vuoto insopportabile“, ha confessato del suo “modella-Oggi, quindi, ha solo la madre Josette, con la quale ha uno stretto legame e che a volte svela sui social. Un grande legame.

Elisa Longo Borghini vince la seconda edizione femminile dell’Inferno del Nord in solitaria

Ligue 1 – Giornata 32: Saint-Étienne respira aria fresca battendo il Brest (2-1)