in

Johnny Depp afferma di aver perso “tutto” per le accuse di violenza domestica di Amber Heard

“Quando queste accuse si sono rapidamente diffuse in tutto il mondo e la gente mi ha detto che ero un pericolo, ubriaco, di cocaina, un uomo che, improvvisamente sulla cinquantina, picchiava le donne, era finita. Hai finito.” L’attore Johnny Depp ha detto mercoledì: in un tribunale statunitenseche le accuse di violenza dell’ex moglie Amber Heard gli erano costate “tutto”.

La star di Hollywood aveva usato le ore precedenti la sua testimonianza per cercare di convincere i giudici che Amber Heard era quella che aveva sopportato i loro pochi colpi. Il secondo giorno del suo discorso pubblico, un momento chiave di questo processo legale in pettegolezzoJohnny Depp ha assicurato di aver perso “indipendentemente dall’esito del processo”.

Secondo lui, la copertura mediatica di questa presunta violenza ha posto fine alla sua carriera. “Non passò molto tempo prima che la Disney decidesse di ritirarmi dal franchise dei Pirati dei Caraibi”, ha detto della serie di cinque film iniziata nel 2003 e che ha incassato più di 4,5 miliardi di dollari. †

Amber Heard accusata di violenza

Al timone c’è l’attore ha accusato Amber Heard di violenze che avrebbe inflitto a lui durante il loro matrimonio ha ritratto come velenoso. “La signora Heard, nella sua frustrazione e nella sua rabbia, ha colpito”, ha detto la star della 7a arte. “Può iniziare con un colpo, una spinta. Mi ha lanciato un telecomando in testa, un bicchiere di vino in faccia”, ha detto Johnny Depp, 58 anni, che ha detto che l’attrice “aveva bisogno di conflitto, bisogno di violenza”.

I due ex coniugi si accusano vicendevolmente di diffamazione durante questo processo, seguitissimo e in parte trasmesso sui canali di informazione, che si tiene vicino a Washington, a seguito di un articolo da lei scritto nel 2018. Washington PostAmber Heard, che ora ha 35 anni, non ha nominato Johnny Depp, che ha sposato nel 2015. Ha menzionato le accuse di violenza domestica mosse contro suo marito nel 2016.

Abito grigio su camicia nera, sul serio da parte mia, la star, mercoledì, ha ampiamente descritto, con tono lento, gli insulti verbali e gli atteggiamenti presumibilmente tossici della sua ex moglie, durante i loro due anni di unione. “Non potrei quasi mai andare dai miei figli, passare del tempo con loro, perché lei ha sempre dovuto avermi con lei per i suoi bisogni”, si è lamentato Johnny Depp, aggiungendo che Amber Heard lo chiamava regolarmente “cattivo papà”.

minacce di suicidio

Di fronte a questi presunti attacchi, l’attore afferma di “non aver mai fatto ricorso alla violenza”. Mercoledì mattina, l’udienza si è concentrata sulla ferita che l’attore ha subito nel marzo 2015 durante una lite coniugale. Accompagnato da Amber Heard, Johnny Depp è stato poi in Australia per girare il quinto film della serie “Pirati dei Caraibi”. “Si è avvicinata a me e ha afferrato la bottiglia di vodka dell’attore, mentre imitava la scena al bar.

Il suo dito medio destro sarebbe quindi profondamente tagliato. “Ho guardato il mio osso. Il sangue scorreva appena”, ha testimoniato, puntando il dito. Le foto della ferita e dell’attore sdraiato su una barella in ospedale sono state mostrate in tribunale e trasmesse in numerose trasmissioni mediatiche del processo. Alla domanda dei medici dell’ospedale australiano sulle circostanze dell’incidente, Johnny Depp avrebbe mentito e affermato di essersi ferito mentre chiudeva una porta. «Non volevo rivelare che era la signorina Heard. Non volevo causargli problemi”, spiegò in quel momento.

Interrogato da uno dei suoi avvocati, ha giustificato la continuazione di questa relazione con l’immagine di suo padre abusato dalla moglie. Durante il suo primo giorno di testimonianza martedì, Johnny Depp aveva testimoniato a lungo sulla violenza fisica e psicologica che sua madre gli avrebbe inflitto durante la sua infanzia. Mercoledì, l’attore ha anche indicato che Amber Heard avrebbe minacciato il suicidio se l’avesse lasciata. Presente in aula, l’attrice, che ha recitato nelle principali produzioni hollywoodiane “Justice League” e “Aquaman”, ha ascoltato attentamente questa storia e ha preso regolarmente appunti.

Annunci anche nei giochi PlayStation?

Fine di un’era per Netflix che perde abbonati e affronta la sfida della stagnazione