in

Johnny Depp trasformato in un “mostro” da droghe e alcol: la difesa di Amber Heard nel giorno 1 del processo

Non hanno ancora finito di dilaniarsi. Gli ex mariti Johnny Depp e Amber Heard si accusano a vicenda di diffamazione in una causa che dovrebbe durare diverse settimane.

Martedì 12 aprile, gli avvocati di Amber Heard hanno colpito duramente questo primo giorno del processo, che sarà trasmesso in diretta televisiva e si svolgerà a Fairfax, Washington. In particolare, hanno descritto Johnny Depp come dotato di esplosioni di “rabbia” che portano regolarmente a violenze fisiche e sessuali. Evocano persino un marito che può trasformarsi in un “mostro” sotto l’effetto di droghe e alcol, costringendo il suo giovane compagno a vivere l’inferno.

All’origine di questa battaglia legale in cui i due ex si accusano vicendevolmente di diffamazione, una rubrica pubblicata sul Washington Post Quattro anni fa. L’attrice ha poi affermato di essere stata “vittima di violenza domestica” e di essersi sentita vittima di bullismo da parte della società dopo aver denunciato la violenza due anni prima.

Un “demone” trasformato da droghe e alcol

La difesa di Amber Heard ha quindi scelto di attaccare questa prima udienza. Riferendosi a cocktail di droghe, alcol, ecstasy, funghi magici e cocaina, l’avvocato Elaine Bredehoft ha affermato che “il mostro (…) è apparso mentre beveva o assumeva droghe”, secondo le dichiarazioni del Huffington Post

Descrive un uomo con “un’enorme rabbia” che lo ha trasformato in un vero “demone” che “ha abusato verbalmente, psicologicamente, fisicamente e sessualmente” del suo compagno. Per sostenere il suo punto, ha anche dettagliato diverse scene di violenza che si sarebbero verificate in Australia nel marzo 2015.

Due denunce per diffamazione

Nella sua rubrica pubblicata nel 2018, l’attrice 35enne non ha mai menzionato Johnny Depp per nome, ma ha menzionato le accuse di violenza domestica contro suo marito nel 2016. Alla fine aveva rinunciato alle sue accuse durante il divorzio nel 2017. in cambio di un assegno di 7 milioni di dollari.

L’attore 58enne, che ha sempre negato le violenze contro l’ex moglie, si è sentito preso di mira dalle colonne del quotidiano e ha subito sporto denuncia per diffamazione, rivendicando la bella cifra di 50 milioni di dollari da liquidare, risarcimenti e interessi. In cambio, anche Amber Heard ha sporto denuncia per gli stessi motivi, chiedendo 100 milioni di dollari.

Una giovane donna “sempre in confronto”

Benjamin Chew, l’avvocato di Johnny Depp, accusa la giovane donna di cercare vendetta dopo il divorzio. Due anni dopo, “ha scelto di ricordare al mondo queste accuse tossiche in una rivista riconosciuta a livello mondiale”, ha aggiunto.

Anche la sorella di Johnny Depp, Christi Dembrowski, ha testimoniato, descrivendo Amber Heard come “sempre conflittuale”, “esagera molto” i problemi di dipendenza di suo marito e chiamandolo regolarmente “vecchio grasso”.

Il processo dovrebbe continuare per diverse settimane e molte personalità saranno chiamate al bar come testimoni. Tra cui James Franco, Paul Bettany ma anche Elon Musk, che aveva frequentato l’attrice dopo il suo divorzio. Promette.

Bungie: la nuova proprietà di Sony sta decisamente cambiando le sue abitudini lavorative!

Il mercato azionario di Parigi chiude stabile dopo la sessione volatile dettata dall’inversione di tendenza di LVMH, Marktnieuws