in

La figlia maggiore di Richard Berry, Coline Berry-Rojtman, condannata per diffamazione di Jeane Manson

Coline Berry-Rojtman (a destra) e il suo avvocato, Karine Shebabo, a Parigi l'11 febbraio 2021.

La figlia maggiore di Richard Berry, Coline Berry-Rojtman, che accusa suo padre di violenza sessuale, è stata condannata giovedì 14 aprile dal tribunale di Aurillac per diffamazione contro la sua ex suocera, la cantante Jeane Manson.

L’avvocato di Coline Berry-Rojtman, Karine Shebabo, ha immediatamente annunciato all’Agence France-Presse che avrebbe presentato ricorso contro questa decisione:

“Il mio cliente è scioccato, i genitori, i molestatori e i conoscenti hanno un brillante futuro davanti a loro. †

Nel febbraio 2021, in un articolo pubblicato da Il mondoColine Berry-Rojtman ha parlato della violenza sessuale che avrebbe subito quando era minorenne, nel 1984 e nel 1985, a casa di suo padre, che allora viveva con Jeane Manson, accusata di aver partecipato a questi attacchi.

Leggi il sondaggio: Articolo riservato ai nostri iscritti Richard Berry accusato di incesto dalla figlia maggiore, Coline Berry-Rojtman

20.000 euro di risarcimento

Il tribunale di Aurillac l’ha condannata a una multa di 2.000 euro per diffamazione a seguito di questo articolo e per il programma televisivo Le Live BFM”, in cui affermava che Jeane Manson faceva parte della setta Figli di Dio. Coline Berry-Rojtman è stata anche condannata a risarcire l’ex cantante 20.000 euro, oltre a 5.000 euro di spese legali.

Coinvolti anche i giornalisti del Mondo ei quotidiani, però, non furono condannati. In udienza il 1ehm April non aveva chiesto al pubblico ministero una condanna contro Il mondopartendo dal presupposto che il giornale avesse agito in buona fede e avesse concesso al tribunale una tregua.

“È una decisione sconvolgente, di grande violenza e di cattivo segnale ai bambini”ha detto giovedì Mme Shebabo, deplorando che questo verdetto sia arrivato mentre l’indagine sui fatti è ancora in corso.

Coline Berry-Rojtman, nata nel 1976 dall’unione tra Richard Berry e l’attrice Catherine Hiegel, ha sporto denuncia per “stupro e violenza sessuale su minore”, che ha portato all’apertura di un’indagine preliminare da parte della procura di Parigi.

Richard Berry, 71 anni, nega categoricamente, così come l’ex cantante Jeane Manson, che vive parte dell’anno ad Aurillac, dove aveva deciso di citare in giudizio la sua ex figliastra per diffamazione.

Le Monde e AFP

2 giochi in offerta questa settimana, incluso uno dei migliori della sua generazione

Sciopero a Capgemini per aumento di stipendio, sullo sfondo di grandi licenziamenti